Come si sente Fido? Capire le emozioni del cane – Dogster


Le emozioni guidano il comportamento, quindi comprendere le emozioni del cane è la chiave delle nostre relazioni con i nostri amici pelosi.

Ma i cani possono piangere? I cani hanno umori? Gli studi moderni rivelano che i cani godono di una vita emotiva ricca. Investendo nella salute emotiva dei cani, possiamo migliorare notevolmente la loro qualità di vita. Sintonizzati sulle emozioni e sui segnali emotivi del tuo cane. Sintonizzarsi ti aiuta a capire il loro comportamento, a supportare meglio i loro bisogni e ad aiutarli a far fronte, quando necessario.

Quali emozioni provano i cani?

Una recente ricerca nella scienza cognitiva canina conferma ciò che la maggior parte degli amanti dei cani già sa: i cani provano sentimenti. Ma quanto sono strettamente legate le emozioni dei cani alle nostre? Il cervello del cane è strutturato in modo simile, ha gli stessi ormoni e subisce gli stessi cambiamenti chimici quando prova le emozioni. Ma la corteccia cerebrale di un cane è cinque volte più piccola. Quindi, sebbene i cani abbiano notevoli capacità cognitive, le loro emozioni sono più crude, non contaminate da analisi simili a quelle umane. La vita emotiva di un cane è spesso paragonata a quella di un bambino di 2 anni e mezzo.

Le emozioni del cane includono:

  • Attaccamento/amore
  • Anticipazione
  • Ansia
  • Paura
  • La gioia
  • Tristezza
  • Calma
  • Solitudine
  • Gelosia
  • Rabbia/Aggressività
Uomo sorridente in sedia a rotelle con la faccia leccata dal cane mentre esce in cucina
Gli studi dimostrano che i cani assumono i tratti della personalità dei loro umani. Questo ci dà molte informazioni su come decifrare come fluttuano gli umori del cane. © Thomas Barwick/Getty Images

Allora, che dire di emozioni come senso di colpa, vergogna, vendetta e orgoglio? No. Queste emozioni canine più complesse richiedono contesto e sintesi e le prove attuali non suggeriscono che le emozioni dei cani arrivino così lontano. Un classico esempio è sporcare il pavimento e distruggere i cuscini del divano mentre sei via. Potresti pensare che il tuo cane si stia vendicando di te per averlo lasciato solo. Tuttavia, le emozioni sono più probabilmente la solitudine, la paura o l’ansia, non la vendetta.

Ma i cani sperimentano risposte emotive più intense come un trauma? Il comportamentista canino certificato Andrew Hale dice: Sì, e potrebbe presentare sfide a lungo termine per loro, così come noi. In poche parole, il trauma è quando un’esperienza negativa travolge la capacità dell’individuo di farvi fronte. E data la frequenza con cui mettiamo i cani in situazioni che non possono affrontare o da cui non possono sfuggire, Andrew dice che è probabile che molti cani subiscano traumi in una certa misura. Inoltre, afferma che la maggior parte degli esperti di scienze comportamentali ora concorda che i cani sperimentano un disturbo da stress post-traumatico o PTSD. Dott.

Lori Teller, della Texas A&M University School of Veterinary Medicine & Biomedical Sciences, afferma che i cani possono soffrire di PTSD e che i sintomi nei cani sono paralleli a quelli negli esseri umani: ansia cronica, ipervigilanza, evitamento di determinate persone, luoghi o situazioni, disturbi del sonno, paura di essere soli, diminuzione dell’interesse per le attività preferite o l’aggressività.

Segni di emozione del cane

I cani vivono il momento e tendono a portare il cuore sulle maniche; spesso quello che vedi è quello che ottieni. E poiché i cani sono comunicatori non verbali, la decodifica dei sentimenti del tuo cane richiede osservazione e contesto. Nel complesso, parti del corpo tese e tese indicano un cane teso, stressato (o addirittura arrabbiato). Le parti del corpo sciolte tendono a indicare agio e calma. Considera sempre l’intero cane e non solo una parte del corpo.

Alcuni segnali emotivi sono:

  • Pauroso: Orecchie appuntate all’indietro; coda tra le gambe; rannicchiarsi; sguardo distolto; occhio di balena
  • Ansioso: Leccarsi le labbra, scrollarsi di dosso, ansimare, camminare, sbavando; sguardo distolto; comportamento distruttivo; irrequietezza; occhio di balena
  • Felice: Occhi morbidi; bocca aperta (un sorriso da cagnolino), possibilmente lingua penzolante di lato; coda scodinzolante di fascia medio-bassa
  • Gioia/giococità: Sedere in aria e zampe anteriori piegate a terra (gioca con l’arco); burlone per tutto il corpo
  • Rabbia/aggressività: Orecchie dritte in avanti; coda alta e rigida/scodinzolante; bocca increspata; ringhiare; sguardo duro
  • Calma: Corpo rilassato, zampe eventualmente incrociate; occhi morbidi; orecchie in posizione neutra

Dai un’occhiata a questo popolare grafico delle emozioni del cane dalla famosa illustratrice e guru del linguaggio del corpo del cane, Lili Chin.

Considera anche il contesto. Determina il ruolo della situazione e dell’ambiente nel comportamento del tuo cane. Andrew dice che non abbiamo bisogno di sapere esattamente cosa pensa o prova un cane per riconoscere che un cane sta provando qualcosa che guida il suo comportamento e la sua capacità di elaborare ciò che sta accadendo intorno a lui.

I cani possono piangere?

Un nuovo giapponese studia i cani trovati secernono lacrime quando si riuniscono con i loro tutori primari rispetto ad altri umani familiari. Sebbene i risultati del piccolo studio non siano stati conclusivi, fornisce percorsi per ricerche più interessanti come l’esame della funzione sociale delle lacrime dei cani e se le reazioni dei cani sono simili quando si riuniscono con gli amici cagnolini.

E gli occhi ce l’hanno: la ricerca mostra che il contatto visivo tra cani e umani crea una risposta ormonale comparabile e reciproca nei livelli di ossitocina, o “l’ormone dell’amore”, come quella di una madre umana e di un bambino. Quindi, il contatto visivo è strettamente legato al nostro legame con i nostri cani e poiché l’addomesticamento dei cani implicava la loro capacità di comunicare attraverso il contatto visivo, lo studio ipotizza che le lacrime di cane possano svolgere un ruolo nel sollecitare l’attenzione degli umani, proprio come fa un bambino.

I cani hanno umori?

I sentimenti nascono dalle emozioni e gli stati d’animo sono la risultante miscela di sentimenti. Mentre i cani possono diventare ciò che gli umani potrebbero etichettare come lunatici durante l’adolescenza, i cani generalmente non sono “lunatici” per definizione. Questo perché i cani di solito non sono imprevedibili o inclini a un’improvvisa tristezza. Se sospetti un malumore, presta maggiore attenzione agli indicatori chiave delle sue emozioni o controlla se è a disagio o soffre. E potremmo etichettare un cane come con “sbalzi d’umore”, ma questo è più probabilmente il risultato del fatto che i cani vivono nel presente e più degli stimoli che dell’essere lunatici.

La ricerca ha scoperto che i cani tendono ad assumere le personalità e gli atteggiamenti dei loro caregiver primari. Un grande studia fuori dallo stato del Michigan, i cani si adattano in base al nostro cambiamento negli atteggiamenti e nelle emozioni e tendono a rispecchiare i nostri tratti. Ad esempio, una persona tesa potrebbe avere un cane eccitabile o una persona ansiosa potrebbe avere un cane più pauroso. Un punto chiave dello studio è che i cani rispondono a noi. Il modo in cui viviamo le nostre vite influenza il modo in cui i nostri cani vivono e vivono la loro.

I pericoli di ignorare le emozioni dei cani

Abbiamo reso popolare il termine “cane in velcro”, ma cosa accadrebbe se rivalutassimo comportamenti come scalpitarci, seguirci in giro o seduto sui nostri piedi come comportamenti di ricerca di connessione invece di ricerca di attenzione? O il nostro cane sta cercando di dirci qualcosa? Improvvisamente il contesto diventa molto più significativo e degno di indagine. Ignorare le emozioni dei cani, o peggio punirli, non solo erode il legame cane-uomo, ma può anche potenzialmente creare o esacerbare problemi comportamentali.

Andrew dice che più elevato è il sistema nervoso, più difficile è essere in grado di elaborare ciò che sta succedendo, il che può facilmente lasciare il tuo cane sopraffatto. Spesso l’ambiente, in particolare l’ambiente sociale, si muove troppo velocemente perché i cani possano elaborare le informazioni in modo sicuro, quindi è probabile una risposta allo stress. Rallenta le cose e concedi al tuo cane il tempo di elaborare ciò che sta accadendo e lo spazio per sentirsi al sicuro, in modo che il tuo cane abbia maggiori probabilità di farcela. Scopri come il tuo cane ha bisogno di usare lo spazio per sentirsi al sicuro e provvedere sempre a questo, soprattutto quando è attaccato a te tramite un guinzaglio, dice Andrew.

Etichette come testardo, diva o drammatico non sono utili. Ad esempio, i cani di solito non sono testardi, ma è più probabile che cerchino di comunicare sentimenti come:

  • Non mi sento bene
  • Sono stanco
  • Non capisco cosa mi viene chiesto
  • Ho bisogno di una migliore motivazione
  • Non mi sento a mio agio con questo
  • sono stressato
  • Non mi piace questo
  • Ho paura.

Invece di etichettare, cerca di scoprire cosa c’è davvero dietro il comportamento.

Andrew dice che per aiutare veramente un cane e identificare le sue esigenze di assistenza e supporto personale, è necessario saperne di più sulla sua esperienza emotiva. Un principio chiave nel sostenere gli altri è comprendere la necessità di sollievo. Lo stress è la causa principale di molte sfide comportamentali, quindi una comprensione più profonda di ciò che sta provando il tuo cane lo aiuterà a trovare quel sollievo, piuttosto che convincere il tuo cane a cambiare comportamento in qualcosa che desideri o trovi più appropriato.

Supporto emotivo per i cani

La prossima volta che Fido ti mette in imbarazzo abbaiando e lanciandosi contro un altro cane in pubblico, ti turba strappando i cuscini del divano mentre sei via o ti frustra saltando sugli ospiti, fermati un momento e pensa alle tue reazioni. Le emozioni guidano tuo anche il comportamento. Invece di reagire, cerca di supportare Fido nei suoi sforzi di comunicazione il suo emozioni. Guarda come puoi alleviare la sua paura degli altri cani, la solitudine o l’ansia mentre sei via e la sua gioia o ansia nel vedere altre persone.

In definitiva, i cani vogliono sentirsi al sicuro e Andrew dice che il tempo e lo spazio lo sono Tutto quanto quando si sostiene un cane più sensibile o stressato. Dai al tuo cane il tempo di elaborare le informazioni, di assorbire tutto. E lascia spazio, o movimento attraverso il suo ambiente, e tempo per l’elaborazione sociale. Quando diamo loro l’opportunità di pensare ed elaborare, i cani tendono ad autoregolarsi.

Cercare di capire le emozioni del tuo cane ti costringe a lasciar andare le aspettative e le prescrizioni di comportamento e concentrarti invece sulla compassione prima e poi sull’allenamento. E quando apprezzi i bisogni del tuo cane piuttosto che concentrarti su ciò che “dovrebbe” fare, potresti essere sorpreso di scoprire che un comportamento positivo segue naturalmente. Riconoscere le emozioni dei cani ti aiuta ad aiutarli a sentirsi al sicuro. E quando i cani si sentono bene, possono vivere le loro vite migliori.



Fonte: dogster.com

Ultimi Articoli

Articoli Correlati