I cani possono prendere il vaiolo delle scimmie? – Cane


Poiché il numero di casi di vaiolo delle scimmie cresce negli Stati Uniti e in tutto il mondo, molti genitori di cani si chiedono: “Il mio cane può avere il vaiolo delle scimmie?” o “Posso dare al mio cane il vaiolo delle scimmie?” e anche “Posso prendere il vaiolo delle scimmie dal mio cane?” Esaminiamo i fatti sul vaiolo delle scimmie nei cani e su come puoi proteggere la tua famiglia.

Cos’è il vaiolo delle scimmie?

Il vaiolo delle scimmie è un virus correlato al vaiolo umano. Dopo che il vaiolo umano è stato eradicato a livello globale nel 1980, il vaiolo delle scimmie è diventato un virus di salute pubblica più importante ed è strettamente monitorato in tutto il mondo. Monkeypox è un’infezione virale in molti mammiferi, in particolare primati non umani e roditori africani.

Monkeypox prende il nome perché è stato scoperto per la prima volta nelle scimmie da ricerca nel 1958. Oltre ai primati non umani (scimmie e scimmie), anche i roditori africani (come scoiattoli di corda, scoiattoli degli alberi, ratti marsupi giganti africani e ghiri) possono ospitare il virus. Sebbene si sospetti che i roditori africani siano il principale portatore del virus del vaiolo delle scimmie, ciò deve ancora essere confermato.

Anche se il vaiolo delle scimmie può infettare molte specie animali, il virus del vaiolo delle scimmie è stato trovato solo due volte in natura: prima da uno scoiattolo di corda e poi da un mangabey. Entrambi gli animali sono stati trovati nell’Africa centrale o occidentale, secondo il Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC).

Negli Stati Uniti e in altre regioni non endemiche, gli scienziati sono preoccupati per la diffusione del vaiolo delle scimmie sulla fauna selvatica da parte di persone infette o mammiferi domestici, sottolineando l’importanza delle misure di controllo delle infezioni per contenere la malattia.

Negli Stati Uniti, la trasmissione del vaiolo delle scimmie all’uomo dagli animali è stata documentata in un’epidemia del 2003 nei cani della prateria, una specie di scoiattolo da compagnia. I cani della prateria sono stati infettati dopo essere stati ospitati vicino a piccoli mammiferi importati dal Ghana. Questa è stata la prima volta che il vaiolo delle scimmie umano è stato segnalato al di fuori dell’Africa.

Quali sono i sintomi del vaiolo delle scimmie negli esseri umani?

Le persone possono contrarre il vaiolo delle scimmie dagli animali, ma la possibilità che ciò accada negli Stati Uniti è attualmente bassa. Sulla base di come il vaiolo delle scimmie si è diffuso al di fuori dell’Africa, sembra che tu abbia un rischio maggiore di contrarre il vaiolo delle scimmie da un’altra persona.

Negli esseri umani, il vaiolo delle scimmie provoca febbre, linfonodi ingrossati, sintomi simil-influenzali e un’eruzione cutanea spesso intorno ai genitali, alle mani, ai piedi, al torace, al viso o alla bocca. L’eruzione cutanea spesso assomiglia a brufoli o vesciche e può essere dolorosa o pruriginosa. Alcune persone possono manifestare tutti questi sintomi, una combinazione di segni clinici o solo un’eruzione cutanea.

I sintomi del vaiolo delle scimmie negli esseri umani di solito iniziano entro tre settimane dall’esposizione virale. Se una persona infetta sviluppa sintomi simil-influenzali, in genere sviluppa un’eruzione cutanea da uno a quattro giorni dopo.

Il vaiolo delle scimmie è contagioso dal momento in cui i sintomi iniziano fino a quando l’eruzione cutanea non è guarita, tutte le croste sono sparite e si è formato uno strato sano di pelle. L’infezione umana da vaiolo delle scimmie dura in genere da due a quattro settimane.

Posso diffondere il vaiolo delle scimmie al mio cane?

I cani sono suscettibili al vaiolo delle scimmie. A Parigi, in Francia, il primo caso confermato di vaiolo delle scimmie canino proveniva da un levriero che viveva con due esseri umani infettati dal virus del vaiolo delle scimmie.

Concetto di focolaio di vaiolo delle scimmie.  Messaggi in quarantena della carta per l'isolamento domestico durante l'epidemia di virus del vaiolo delle scimmie.
Se vieni infettato dal vaiolo delle scimmie, evita il contatto con il tuo cane per almeno 21 giorni per evitare che glielo diffonda. ©somboon kaeoboonsong / Getty Images

Anche altri animali domestici possono essere vulnerabili al vaiolo delle scimmie.

Se vieni infettato dal vaiolo delle scimmie, non arrenderti, eutanasia o abbandonare il tuo animale domestico a causa della potenziale esposizione.

La trasmissione del vaiolo delle scimmie dalle persone infette ai cani può avvenire attraverso uno stretto contatto, come ad esempio:

  • Abbracciare
  • Baciare
  • Leccata
  • Condivisione dei letti

Per mantenere i tuoi cani al sicuro, le persone con sintomi di vaiolo delle scimmie, in particolare l’eruzione del vaiolo delle scimmie (piaghe cutanee simili al vaiolo), dovrebbero evitare ogni contatto con gli animali.

Quali sono i sintomi del vaiolo delle scimmie nei cani?

I segni del vaiolo delle scimmie nei cani sono simili ai sintomi di molte malattie infettive comuni. I cani infetti da vaiolo delle scimmie possono sviluppare:

  • Febbre
  • Tosse
  • occhi rossi
  • Rinorrea
  • Letargia
  • Scarso appetito

Se questi segni si verificano nel tuo cane e non ha avuto alcuna esposizione nota a qualcuno con il vaiolo delle scimmie, è altamente improbabile che si tratti di vaiolo delle scimmie. Fai visitare il tuo cane dal tuo veterinario per determinare la causa della malattia.

Se il tuo animale domestico sviluppa almeno due di questi segni o un’eruzione cutanea simile a un brufolo o una vescica entro 21 giorni dal contatto con qualcuno a cui è stato diagnosticato il vaiolo delle scimmie, contatta immediatamente il veterinario. Ti consiglieranno su cosa fare, compresi i test per confermare se il tuo cane ha l’infezione da vaiolo delle scimmie.

Esiste un trattamento o una cura per il vaiolo delle scimmie nei cani?

Non ci sono trattamenti specifici per le infezioni da virus del vaiolo delle scimmie negli esseri umani o nei cani. Poiché i virus del vaiolo delle scimmie e del vaiolo sono geneticamente simili, i farmaci e i vaccini antivirali sviluppati per proteggere dal vaiolo possono essere utilizzati per prevenire e curare le infezioni da virus del vaiolo delle scimmie negli esseri umani. Il trattamento per i cani infetti sarà determinato dal veterinario curante.

Se sei preoccupato che il tuo cane abbia il vaiolo delle scimmie:

  • Tieni il tuo cane separato da tutti gli altri animali, compresa la fauna selvatica.
  • Riduci al minimo il contatto con le persone per almeno 21 giorni dopo la comparsa dei primi segni clinici o fino a quando il tuo animale domestico non si è completamente ripreso.
    • Non condividere letti, mobili o entrare in stretto contatto di alcun tipo con il tuo cane durante il periodo di 21 giorni.
    • Ciò è particolarmente importante per le famiglie con persone immunocompromesse, in gravidanza o di età inferiore agli 8 anni e per coloro che hanno una storia di dermatite atopica o eczema.
  • Non fare il bagno o pulire il cane con alcol, candeggina o altri detergenti, soluzioni o shampoo non sicuri per i cani
  • Segui tutto Raccomandazioni CDC per proteggere gli altri in casa dalle infezioni.

Se qualcuno nella tua casa ha il vaiolo delle scimmie, segui questi passaggi per proteggere il tuo cane dal vaiolo delle scimmie:

  • Se la persona infetta NON ha avuto uno stretto contatto con il tuo cane dopo aver sviluppato i sintomi, chiedi al cane di stare con amici o familiari fuori casa fino a quando la persona infetta non si sarà completamente ripresa.
  • Se quella persona ha avuto contatti stretti, tieni il tuo cane a casa e lontano da persone e altri animali per 21 giorni dopo l’ultimo contatto possibile con la persona infetta.
  • Se possibile, chiedi a un’altra persona di assistere a casa il tuo cane fino a quando la persona infetta non si sarà completamente ripresa ed è stata autorizzata dal suo medico.
  • Il tuo cane potrebbe aver bisogno di essere isolato in una struttura fuori casa se ci sono persone a rischio di malattie gravi: immunodepressi, in gravidanza, bambini di età inferiore agli 8 anni o membri della famiglia con una storia di dermatite atopica o eczema.
  • Segui tutti i consigli del CDC per proteggere gli altri in casa dalle infezioni.
    • L’igiene delle mani – l’uso di strofinare le mani a base di alcol o lavarsi le mani con acqua e sapone – dovrebbe essere utilizzata da persone affette da vaiolo delle scimmie e contatti domestici dopo aver toccato materiale per eruzioni cutanee, indumenti, lenzuola o superfici ambientali che potrebbero essere state a contatto con materiale eruzioni cutanee.
    • Copri tutte le eruzioni cutanee il più possibile indossando maniche lunghe o pantaloni lunghi. I guanti possono essere presi in considerazione per coprire l’eruzione cutanea sulle mani quando non sono isolati.
    • Le persone con vaiolo delle scimmie dovrebbero usare un controllo appropriato della fonte (p. es., maschera medica), se non è possibile evitare uno stretto contatto con gli altri, come quando ricevono cure mediche.
    • Gli altri membri della famiglia dovrebbero indossare un respiratore o una maschera adatta quando sono a stretto contatto (p. es., entro 6 piedi) con la persona con vaiolo delle scimmie per più di un breve periodo.

Gli esseri umani possono diffondere il vaiolo delle scimmie ai cani, ma facendo attenzione all’insorgenza dei sintomi del vaiolo delle scimmie ed evitando il contatto ravvicinato con il tuo cane mentre è infetto, puoi aiutare a fermare la diffusione del virus del vaiolo delle scimmie.



Fonte: dogster.com

Ultimi Articoli

Articoli Correlati