Problemi comportamentali speciali nelle razze di cani di piccola taglia – Dogster


Il comportamento aggressivo del cane basato sulla paura, la protezione delle risorse e l’abbaiare sono problemi comuni riscontrati nei cani di piccola taglia. Immagina di vivere in un mondo a 8 pollici da terra. Ecco com’è per le razze di cani di piccola taglia. Se dovessi vedere il mondo attraverso la prospettiva di un piccolo cane, potrei sentirmi piuttosto vulnerabile perché tutti, ogni cane e ogni cosa è molto più grande di me. Può essere un posto piuttosto scoraggiante. Da questa prospettiva di vulnerabilità e dall’incapacità di molti guardiani di cani di piccola taglia di vedere il mondo attraverso i loro occhi, i cani di piccola taglia sono lasciati a se stessi.

Cosa intendiamo quando diciamo cane piccolo? Alcune delle razze di cani di piccola taglia più popolari variano in dimensioni da quattro a 20 libbre e includono Pomerania, Chihuahua, razze di Terrier e razze giocattolo come i barboncini. Molti guardiani di cani di piccola taglia non socializzano, addestrano o esercitano queste razze di cani di piccola taglia in modo appropriato, come fanno i guardiani di cani di grossa taglia. Pensano che le razze più piccole non ne abbiano bisogno quando in realtà ne hanno altrettanto bisogno.

Un cane è un cane, è un cane, non importa la taglia. Non prendendoci il tempo per socializzare, addestrare ed esercitare correttamente i cani di piccola taglia, stiamo facendo loro un grave disservizio e quindi abbiamo molti comportamenti indesiderati da annullare, il che in realtà richiede più tempo e crea più stress per il cane.

Analizziamo alcuni di questi problemi per avere una migliore comprensione del comportamento del cane di piccola taglia. Quindi, possiamo aiutare i cani di piccola taglia a provare sollievo dalla paura, dall’ansia e dallo stress, che sono al centro di questi comportamenti indesiderati.

Comprendere i problemi di comportamento dei cani di piccola taglia

“Gli esseri umani spesso fanno cose che inavvertitamente rafforzano la paura e l’ansia nei cani di piccola taglia e sono completamente inconsapevoli del proprio comportamento”, afferma Laura Nativo, CPDT-KA, KPA CTP, Dog Trainer ed Pet Lifestyle Expert.

Quando i guardiani del cane sollevano il loro cane ogni volta che vedono qualcosa che pensano sia spaventoso o che possa spaventare il loro cane, come un altro cane, un suono forte, un motociclista, uno skateboarder, ecc., stanno dicendo al loro cane che questo è spaventoso, quando in realtà non lo è. È facile da fare, perché il cane è piccolo, ma i tutori non si rendono conto dell’impatto che sta avendo sul cane, creando paura quando molto probabilmente non c’è nulla di cui essere spaventati o ansiosi.

Il comportamento è una funzione delle emozioni. I cani, esseri emotivi che non parlano la nostra lingua, ricorrono al linguaggio del corpo per esprimere le proprie emozioni. Questi linguaggi del corpo si trasformano in comportamenti, quando non adeguatamente compresi. In questo modo, iniziano a esprimerci le loro emozioni in modi sottili come:

  • distogliendo lo sguardo
  • leccandosi le labbra
  • sbadigliando

Quando non capiamo queste sottili parti del corpo che parlano, i cani sentono il bisogno di diventare più grandi nella loro comunicazione, da qui derivano i seguenti comportamenti:

“La paura cronica e lo stress”, afferma Laurie C. Williams, CPDT-KA, proprietaria della consulenza comportamentale Pup ‘N Iron a Fredericksburg, in Virginia, “è spesso la causa alla base di comportamenti indesiderati come aggressività e abbaiare. I comportamenti sono una funzione dello stato emotivo di tutti gli animali. Quando i guardiani dei cani non sono consapevoli che il comportamento dei loro cani è il loro unico modo per comunicare le loro emozioni, i cani non hanno altra scelta che diventare più grandi nelle loro comunicazioni. Potrebbero iniziare a ringhiare o abbaiare, e se questo comportamento è frainteso o peggio, corretto urlando o tenendo la bocca chiusa, molto probabilmente le ricadute renderanno il cane incompreso ancora più grande. Questo può portare a mordere. Ci sono livelli di aggressività prima che un cane morda e sapendo quali sono questi segni (i linguaggi del corpo che urlano per essere ascoltati), possiamo offrire un sollievo immediato per fermare l’escalation dell’aggressività prima del morso”.

Come aiutare il comportamento del cane di piccola taglia: paura degli altri cani

Quando un piccolo cane prova paura e ansia quando vede un altro cane, può abbaiare e fare un affondo come se Murphy Brown fosse qui. Le prelibatezze di alto valore (prelibatezze a base di carne liofilizzata per cani) vengono lasciate cadere ogni volta che un altro cane passa, quindi associa altri cani alle prelibatezze. © Melissa L Kauffman

Timber, il mio mix Maltese/Yorkshire Terrier da 8 libbre, è stato attaccato da un cane quando aveva 5 mesi. Dopo l’attacco, è stata pietrificata da tutti i cani. Sapendo questo, ho iniziato ad aiutarla a sentirsi più al sicuro con i cani facendo cadere prelibatezze di alto valore (tagliare pezzi di hot dog) ogni volta che vedeva un cane, non quando lo vedevo io. Cominciò ad associare i cani alle prelibatezze. Ho continuato a lanciarle dolcetti davanti a lei ogni volta che vedeva un cane. Cominciò a cercare delizie alla sola vista di un cane.

Questa è la stessa cosa dell’esperimento del cane di Pavlov. Ogni volta che il cane sentiva il campanello, il cane iniziava a sbavare, sapendo che stava arrivando una sorpresa.

Per rinforzo, ho avuto incontri di gioco con noti cani amichevoli e giocherelloni nel mio cortile. Nel corso del tempo, Timber aveva sempre meno paura dei cani mentre camminava al guinzaglio e più ricettiva all’incontro con i cani amichevoli al guinzaglio e al gioco con loro quando si sentiva al sicuro, sapendo che ero il suo capo benevolo. Avevo creato un conto fiduciario con Timber. Con questo fondamento di fiducia, sono stato in grado di aiutarla a provare sollievo invece di paura e ansia ogni volta che vedeva un cane.

Questo ha richiesto tempo e pazienza. Ho dovuto partire da una certa distanza dal cane che ha scatenato la sua ansia. Nel tempo, sono riuscito a ridurre la mia distanza e ora può camminare senza paura accanto a un altro cane su un marciapiede.

Se sento che l’altro cane ha un linguaggio del corpo ansioso e reagirà a Timber, mi sposterò dal marciapiede o attraverserò la strada e persino la prenderò, se queste opzioni non sono disponibili. Prenderla in braccio a questo punto non crea paura o ansia, le sta dicendo che anch’io vedo il linguaggio del corpo a disagio del cane in arrivo e la terrò al sicuro. Ancora una volta, come suo leader benevolo, sto continuando a costruire il suo account di fiducia, in modo che lei si rivolga a me per sicurezza e protezione, sapendo che non la metterò in pericolo.

Come aiutare un cane di piccola taglia a riprodursi: protezione delle risorse

La protezione delle risorse è comune in molti cani, ma più spesso nei cani di piccola taglia. I cani di piccola taglia tendono a voler bramare i loro guardiani, come un cane potrebbe voler fare con un osso o con la ciotola del cibo. Stanno proteggendo la loro risorsa: il loro essere umano.

Spesso le persone vedono questo come una protezione, ma non è proprio quello che sta succedendo. Molto probabilmente stanno dicendo che questa è la mia persona e non voglio condividere. Ad esempio, quando un coniuge cerca di andare a letto mentre il tutore del cane è già a letto, dormendo o leggendo, il cane potrebbe ringhiare al coniuge. Un altro scenario è quando il cane è comodamente sdraiato sulle ginocchia del suo tutore e qualcuno viene a sedersi sul divano con loro. Il cane potrebbe alzare un labbro, ringhiare o barcollare. Non è protezione, è dire: “No, questo è il mio spazio, vattene”.

È rafforzato inavvertitamente dal tutore che ride o avvicina il cane, lontano dall’altra persona. Il cane è riuscito a custodire la sua preziosa risorsa, che potrebbe essere una persona, un divano, qualcuno che ti parla durante una passeggiata, un altro cane che viene a salutarti, ecc.

Per fermare questo comportamento, organizza incontri pratici con le persone e invitale a non interagire con il tuo cane. Dare dolcetti di alto valore prima che inizi il comportamento di guardia. Chiedi all’altra persona di dare bocconcini anche al tuo cane, mentre non interagisci con lui. Quando il comportamento inizia, interrompi i bocconcini e crea più distanza tra il cane e il grilletto (l’altra persona). Quando il cane si calma, ricomincia a lanciare bocconcini. Stiamo cambiando l’associazione da guardia a quando le persone si avvicinano, il cibo cade dal cielo.

Come aiutare un cane di piccola taglia ad abbaiare

L’abbaiare è il precursore del morso ed è anche un modo di dire di una razza di cani di piccola taglia: “Anch’io voglio essere parte dell’azione”. I cani più piccoli tendono a essere esclusi:

  • quando arriva la compagnia e i cani non ottengono l’attenzione che pensano di meritare
  • quando altri cani giocano e anche loro vogliono giocare, ma non è sicuro perché potrebbero farsi male

Pensa a questo tipo di abbaiare come a dire “Io, io, io!” Questo è un abbaiare fastidioso, non aggressivo o basato sulla paura, e deve essere gestito in modo diverso.

Non dare fastidio abbaiando attenzione. Questo comportamento molto probabilmente è iniziato perché è stato inavvertitamente rafforzato. Ignora attivamente questo comportamento alzandosi e facendo qualcos’altro: andare in bagno, fare una chiamata, fare il bucato. Quando l’abbaiare smette, torna alla tua posizione prima dell’inizio dell’abbaiare.

Questi comportamenti indesiderati possono essere facilmente mitigati se diamo a tutti i cani, non importa quanto grandi o piccoli, l’attenzione e il tempo necessari per aiutarli a sentirsi al sicuro, in modo che possano prosperare nel nostro mondo dominato dagli umani.



Fonte: dogster.com

Ultimi Articoli

Articoli Correlati