Probiotici per cani | I probiotici fanno bene ai cani?


Sia i batteri buoni che quelli cattivi possono vivere all’interno del tratto gastrointestinale dei cani. I probiotici sono i batteri buoni o amici (e i lieviti) necessari nell’intestino per una sana funzione digestiva e del sistema immunitario. Dott.ssa Judy Morgan, un oratore pubblico sulla salute degli animali domestici e un veterinario integrativo, che offre consulenze online, afferma che i probiotici combattono i batteri cattivi e sono i guardiani che fermano gli intrusi patogeni. Mantengono sano il rivestimento dell’intestino della mucosa in modo che il corpo possa ricevere i nutrienti.

Quando il tuo cane ha vomito e diarrea, ci sono buone probabilità che questi microrganismi vivi nel suo intestino siano sbilanciati, con più batteri cattivi che buoni. Ecco perché i probiotici per i cani sono spesso una buona idea quando ci sono problemi di digestione.

Dr. Angie Krause, del Veterinario Olistico di Boulder in Colorado, dice di raccomandare i probiotici per tutti i cani perché i batteri bilanciati nell’intestino sono la chiave per un cucciolo sano.

Il dottor Morgan afferma che l’80 percento della salute immunitaria nel corpo proviene dall’intestino. Dà regolarmente probiotici ai suoi cani e li fa ruotare.

I probiotici si presentano sotto forma di integratori disponibili per l’acquisto e ci sono probiotici naturali per cani sotto forma di alimenti ricchi di probiotici come kefir e verdure fermentate.

I probiotici fanno bene ai cani?

Nella maggior parte dei casi, i probiotici sono un’ottima idea per i cani. Il dottor Morgan afferma che un’eccezione è per i cani con gravi infezioni intestinali o epatiche, che potrebbero non beneficiare dei probiotici fino a quando l’infezione non sarà eliminata. In questo caso, consultare un veterinario. Aggiunge che occasionalmente i cani avranno diarrea o feci molli quando vengono somministrati probiotici. Questo potrebbe essere dovuto alla transizione dei batteri intestinali mentre riacquista il giusto equilibrio. Se dura più di 24-48 ore, smetti di usare il probiotico.

Per i cani con intolleranze alimentari, leggi gli ingredienti inattivi dell’etichetta dell’integratore per assicurarti che non ci siano ingredienti indesiderati. Ad esempio, evita un integratore con farina di pollo in polvere se il tuo cane è sensibile al pollo.

Quando i probiotici possono aiutare i cani

Oltre a fornire una spinta generale alla salute dei cani, ci sono situazioni specifiche in cui i probiotici possono aiutare. Il dottor Morgan dice che puoi somministrare probiotici ai cani:

  • ogni volta che c’è un disturbo gastrointestinale (come vomito e diarrea)
  • quando un cane viene sottoposto a un intervento chirurgico o anestetico
  • durante periodi stressanti come una gita al toelettatore, l’imbarco in una struttura e durante il viaggio
  • quando c’è un cambiamento nella dieta del tuo cane
  • quando il tuo cane ha bisogno di prendere un ciclo di antibiotici.

Somministrare probiotici ai cani durante l’uso di antibiotici e per almeno due o tre settimane dopo che il ciclo di antibiotici è terminato, consiglia il dottor Morgan. Questo perché gli antibiotici stanno uccidendo tutti i batteri nell’intestino, sia buoni che cattivi, mentre vengono assunti.

Il dottor Krause raccomanda i probiotici per quasi tutte le condizioni di salute, inclusi problemi digestivi, cancro, malattie autoimmuni e allergie.

Altre condizioni i probiotici possono aiutare a includere malattie dentali e infezioni ricorrenti del tratto urinario bilanciando potenzialmente i batteri cattivi nella bocca e nelle aree vaginali. L’artrite può anche trarre beneficio a causa degli effetti antinfiammatori dei probiotici. Anche i cani ansiosi potrebbero trarre beneficio dall’uso di probiotici. L’integratore Calming Care di Purina Pro Plan Veterinary contiene un ceppo di probiotico (BL999) che può aiutare con l’ansia nei cani ansiosi.

Anche i cani anziani possono trarre beneficio dall’integrazione di probiotici, afferma il dottor Morgan, perché tendono a lottare con una ridotta salute immunitaria e malattie infiammatorie più croniche che un intestino sano può aiutare a migliorare. Dice che per i cani che sono anemici o che mangiano feci o terra, usa un probiotico a base di terreno o uno che contenga acidi umici e fulvici.

dare probiotici al cane nel cibo
Puoi somministrare probiotici mescolando la polvere dell’integratore nel suo cibo o nutrendolo con fonti naturali come cibi fermentati. © Melissa L Kauffman

Come devo somministrare i probiotici al mio cane?

È abbastanza sicuro iniziare a somministrare probiotici al tuo cane, a meno che non ci sia un problema di salute specifico di cui sei preoccupato, ovviamente.

Ci sono molti buoni probiotici sul mercato e anche molti prodotti meno buoni. Poiché i probiotici sono batteri vivi, la loro manipolazione è molto importante. Il supplemento non deve essere esposto a calore elevato durante lo stoccaggio o il trasporto perché ciò ucciderà i batteri vivi. Molti prodotti necessitano di refrigerazione dopo l’apertura o anche durante la spedizione e lo stoccaggio. È fondamentale sapere come è stato conservato il prodotto.

Quando acquisti un probiotico, cerca un produttore con la reputazione di realizzare prodotti di qualità. Il dottor Morgan afferma che le unità formanti colonie (CFU) del probiotico dovrebbero essere elencate sull’etichetta e in miliardi. Cerca anche un integratore con più ceppi di batteri anziché solo uno o due. Dice più ceppi di Lattobacillo e Bifidobatterio insieme a Streptococco termofilo sono ideali.

Il dottor Krause dice che i probiotici sono difficili da abusare. È possibile causare disturbi allo stomaco con dosi molto elevate, ma anche improbabili. Per evitare di somministrare troppi probiotici ai cani, il Dr. Morgan consiglia di non somministrare più prodotti contemporaneamente e di ruotare invece.

verdure fermentate
Le verdure fermentate sono un’ottima fonte di probiotici naturali per i cani, ma prima parlane con il tuo veterinario e assicurati che il tuo cane non sia sensibile a loro. © Yulia Naumenko/Getty Images

Probiotici naturali per cani

I cani possono anche ottenere i probiotici naturalmente attraverso fonti di cibo. Il dottor Morgan afferma che gli alimenti fermentati come il kefir, il latte di capra fermentato e le verdure fermentate come il kimchi sono tutte ottime fonti di probiotici naturali per i cani. Avverte che il kefir del negozio di alimentari che è stato pastorizzato e poi fermentato non è la scelta migliore. Preparare le tue verdure fermentate è un modo molto economico e migliore per fornire buoni batteri intestinali al tuo cane.

Il dottor Krause afferma che preparare i propri alimenti fermentati a casa avrà conteggi più elevati e una maggiore varietà di batteri e lieviti benefici. Anche se avverte che mentre i cibi fermentati danno risultati migliori nella sua pratica per alcuni cani, ne ha incontrati altri che sono troppo sensibili ai cibi fermentati e se la cavano meglio con un integratore probiotico commerciale.

Il corretto dosaggio dei probiotici per i cani dipende dal fatto che si tratti di un integratore o meno. Se è un integratore, il dottor Morgan dice di seguire semplicemente le istruzioni sull’etichetta. Ma se si tratta di probiotici naturali per cani, segui le linee guida della ricetta. In caso di dubbio, inizia con una quantità molto piccola e monitora il tuo animale domestico.

La dottoressa Krause offre istruzioni sul suo sito web come fare le bacche fermentate per animali domestici utilizzando mirtilli, miele e un antipasto di colture vegetali. Le sue istruzioni per l’alimentazione dicono di somministrarli come regalo o con i pasti che iniziano con un mirtillo sul cibo due volte al giorno per cani di piccola taglia, due per cani di taglia media e da tre a quattro per cani di grossa taglia. Dice di aumentare gradualmente la quantità, ma fermati e consulta il veterinario in caso di diarrea o vomito.

E i prebiotici per cani?

Se hai già sentito parlare di probiotici, potresti aver sentito anche il termine “prebiotici”. I prebiotici sono fonti di fibre, come l’inulina o l’arabinogalattano di larice, che in realtà alimentano i batteri probiotici. Il dottor Morgan afferma che darli insieme garantisce che i batteri probiotici crescano, si moltiplichino e prosperino.

Sebbene tecnicamente non siano necessari, i probiotici sono un’aggiunta molto salutare e altamente raccomandata alla dieta di qualsiasi cane. Se c’è una condizione specifica di cui sei preoccupato, puoi prima controllare con il tuo veterinario, ma in generale, i probiotici per cani sono abbastanza sicuri.



Fonte: dogster.com

Ultimi Articoli

Articolo precedenteGattini che si coccolano!
Articolo successivoGattino

Articoli Correlati