I Deputati Giuseppe Civati e Beatrice Brignone hanno presentato alla Commissione Cultura della Camera una risoluzione che impegna il Governo all’istituzione di una Giornata scolastica dedicata al rispetto e alla tutela degli  animali.

studenti-LAVLa risoluzione contiene proposte educative differenti in base alle diverse fasce d’età, nella scuola materna, primaria di primo e secondo grado e superiore.

La data indicata per la Giornata è fissata al 4 ottobre, nella ricorrenza di San Francesco.

La LAV ha accolto con soddisfazione l’iniziativa degli Onorevoli Civati e Brignone.

Giacomo Bottinelli, responsabile nazionale Settore Educazione LAV ha detto: “Siamo disponibili a collaborare con la Commissione e con gli uffici scolastici per l’attuazione di quanto previsto, a fronte di una carenza di interventi educativi strutturati in questo senso nella scuola italiana, nonostante l’educazione al rispetto e alla conoscenza degli animali nelle scuole sia già prevista dalla legge 189 del 2004 e da un ordine del giorno approvato dal Senato nel 2013, a firma dello stesso Ministro dell’Istruzione, Stefania Giannini, allora parlamentare. Proprio al Ministro facciamo appello perché metta in atto quanto previsto da undici anni da una legge dello Stato, ma di cui non si riscontra alcuna traccia nelle classi, tranne i casi in cui sia il docente o il dirigente a preoccuparsene”.

A conferma di questo, nel testo della risoluzione si legge: “Nella scuola italiana il tema del rispetto e benessere degli animali è lasciato alla sola sensibilità del dirigente scolastico e dei docenti. L’obiettivo che si vuole raggiungere con questa risoluzione è insegnare ai bambini, fin dalla più tenera età, a relazionarsi correttamente con gli animali”.

“La crescita di sensibilità nei confronti degli animali è un processo che indubbiamente negli ultimi anni sta coinvolgendo tutta la società; molti sono i passi che si sono fatti, anche in termini legislativi, ma ancora non sufficienti per migliorare le condizioni di vita degli animali”, prosegue la risoluzione.

Il Governo, in base alla risoluzione, dovrebbe procedere all’istituzione della Giornata, d’intesa con gli Uffici Scolastici Regionali.