I volontari OIPA di Roma hanno effettuato un controllo presso l’abitazione di una signora, nel comune di Ardea, che, in condizioni di estrema indigenza, convive insieme a circa 80 gatti in una vecchia casa di campagna, senza luce, gas e acqua corrente.

ardea-gatti1Mossa dalla compassione che prova verso queste creature, accoglie i gatti abbandonati, senza tuttavia avere la possibilità di garantire le dovute cure.

Se da un lato molti dei gatti presenti possono ritenersi fortunati, in quanto hanno un cortile e una casa intera a loro disposizione, dall’altro molti di loro sicuramente preferirebbero vivere liberi e in migliori condizioni di salute.

Nella convinzione che siano malate, due gatte vengono tenute chiuse all’interno di un trasportino, così come un piccolo gatto cieco, mentre altri vivono in piccole casette di legno da cui non escono mai. Alcuni gatti sono sterilizzati, mentre tantissimi sono i cuccioli.

Vista la situazione, i volontari OIPA hanno deciso di aiutare i gatti, provvedendo alle sterilizzazioni degli adulti e alle adozioni dei piccoli. L’intento è anche quello di sensibilizzare la persona che li accudisce che, a causa dell’estrema indigenza in cui vive, tanto da non riuscire a provvedere neanche a se stessa, ha evidente bisogno di aiuto per poter garantire ai gatti una vita dignitosa.

La sezione OIPA di Roma lancia un appello a tutti coloro che possano aiutare fornendo cibo, farmaci, stalli e adozioni per i micini.

Chiunque abbia la possibilità può anche donare un contributo per aiutare i volontari OIPA nelle spese da affrontare.

Clicca qui per più informazioni su come aiutare i gatti di Ardea

Per informazioni si può contattare: Daniela Brunetto – Responsabile settore adozioni e randagismo: [email protected]