Un cacciatore ha sparato e ucciso Adamas, il cane di un passante, proprio davanti ai suoi occhi.

cacciatoreÈ successo a San Daniele (UD). Un episodio agghiacciante le cui responsabilità sono state incredibilmente ribaltate da Federcaccia – Friuli Venezia Giulia che, affermando che “hanno ucciso solo un cane”, ha anche annunciato la volontà di costituirsi parte civile contro i proprietari del cane assassinato, un giovane border collie, perché non avrebbero usato il guinzaglio.

Ecco la reazione di Massimo Vitturi, Responsabile LAV Settore Animali Selvatici: “Con queste affermazioni il presidente di Federcaccia – Friuli Venezia Giulia chiarisce definitivamente che i cacciatori non sono ciò che vorrebbero farci credere. Per anni si sono affannati a raccontarci la favola del loro impegno a tutela dell’ambiente e delle specie animali, ma alla resa dei conti si rivelano per quello che sono: persone che praticano la loro sanguinaria passione anche a costo, in alcuni casi, di violare le leggi!”

La LAV si augura che quanto affermato da Federcaccia – Friuli Venezia Giulia non rappresenti la posizione di tutti i cacciatori italiani.