I cinghiali hanno aggredito e ucciso un uomo nella sua abitazione di campagna a Cefalù, in provincia di Palermo.

L’uomo è stato identificato come Salvatore Rinaudo di 77 anni. L’animale ha aggredito anche la sua moglie, Rosa Rinaudo, 73 anni, che è stata trasportata dal 118 all’ospedale con diverse ferite su tutto il corpo ma cosciente.

CinghialeLa Stampa riferisce che durante l’attacco, Rinaudo ha cercato di mettere i cani in salvo ma è stato assalito dal branco ed è caduto.

La moglie ha cercato di difenderlo e trascinarlo in casa ma è stata a sua volta aggredita.

“Mio marito è uscito con i cani questa mattina. Come fa sempre per una passeggiata. Ho visto che si era fermato perché i cani hanno iniziato ad abbaiare a un gruppo di cinghiali”, è quello che la donna ha raccontato agli investigatori.

“Mio marito si è messo in mezzo per salvare i cani. – ha aggiunto la donna – A questo punto i cinghiali gli sono saltati addosso. Io per cercare di recuperare il corpo sono uscita fuori e l’ho tirato dentro casa. Mentre cercavo di prenderlo e portarlo in casa sono stata aggredita anche io. Non ci sono parole per descrivere quello che ho visto. È stato un incubo, sono distrutta”.

Nel Parco delle Madonie ci sono tantissimi esemplari di cinghiali. AGI riferisce che sono talmente tanti che da anni si programma un abbattimento controllato per evitare aggressioni ad animali da allevamento e danneggiamenti alle colture.

“Un disastro annunciato da tempo – ha detto alla Stampa il presidente del Parco delle Madonie Angelo Pizzuto -, nonostante le reiterate richieste il legislatore non ha ancora preso gli idonei provvedimenti. Ora il tempo è scaduto”.