L’Associazione Italiana Difesa Animali ed Ambiente (AIDAA) annuncia che una taglia di cinquemila euro sarà versata a chiunque sarà in grado di dare informazioni che porteranno all’individuazione ed alla condanna dell’avvelenatore o degli avvelenatori di Lucifera, la cagnetta del Clochard Pino.

La cagnetta è morta nei giorni scorsi a causa del veleno sparso nella zona dove sosta sempre il clochard con i suoi cani.

La cagnetta è stata avvelenata con della stricnina. La zona ora è sotto sequestro della polizia locale e si sospetta che il veleno sia stato sparso appositamente per allontanare il clochard ed i suoi cani.

“Ci sono indicazioni precise – dice Lorenzo Croce, presidente di AIDAA – su chi potrebbe essere il responsabile di questa vicenda.”

“Ma noi – continua Croce – grazie all’aiuto di una persona facoltosa mettiamo a disposizione una taglia che sarà pagata a chi sarà in grado di farci prendere e condannare il responsabile di questa atroce morte”.