Gli uomini del Corpo forestale dello Stato hanno salvato un capriolo in difficoltà all’interno dell’alveo del fiume Tirino nel tratto che attraversa il centro urbano di Bussi (PE).

CAPRIOLOL’animale era bloccato su un piccolo isolotto a valle della chiusa gestita dalla Società Solvay sul fiume Tirino. Il capriolo, un maschio adulto, non riusciva a guadagnare la libertà a causa del grande volume d’acqua e delle infrastrutture presenti nella zona.

Con molta probabilità l’animale era finito sull’isolotto, cadendo da una parte verticale posta nelle vicinanze del fiume.

L’intervento di soccorso è risultato particolarmente impegnativo sia per le particolari condizioni operative in cui ha dovuto lavorare la Forestale che per le condizioni in cui versava l’animale.

Il capriolo era infatti spaventato e sarebbe potuto saltare dentro l’alveo del fiume mettendo in pericolo anche il personale forestale impegnato nelle operazioni di soccorso.

Al difficile intervento ha partecipato una squadra del Soccorso Alpino Forestale dell’Aquila che ha supportato il personale sul posto con le corde, sia durante la fase del raggiungimento dell’animale che durante il  recupero. Il capriolo è stato soccorso in tempi rapidi.

Il capriolo dopo essere stato soccorso è stato trasportato presso le strutture del Centro di Recupero Fauna Selvatica della Forestale di Popoli per la verifica delle condizioni fisiche e successivamente sarà liberato in ambiente naturale lontano da strutture ed abitazioni, restituendolo così alla libertà.