Un nuovo studio ha rivelato che i maschi di scimpanzé da cuccioli giocano con gli oggetti, proprio come fanno i bambini.

Le femmine invece da piccole sono meno propense a manipolare sassi, foglie e bastoncini. Ma questo cambia quando gli animali crescono, lo riferisce ANSA.

Secondo la ricerca condotta in Uganda dall’università di Cambridge, quando arriva l’età adulta, le femmine usano di più gli stessi oggetti, non per gioco ma come strumenti, ad esempio per il cibo.

scimpanzé“In numerose specie di mammiferi, le differenze nei due sessi da piccoli prefigurano le differenze nel comportamento da adulti. È un fenomeno noto come ‘preparazione'”, spiega la ricercatrice Kathelijne Koops.

Questo comunque non vale per gli scimpanzé. Pur manipolando molto gli oggetti, i giovani maschi non diventano abili e frequenti utilizzatori di strumenti da adulti, un’abilità che appartiene alle femmine della specie. I maschi, in sostanza, giocano senza uno scopo immediato apparente, con “un’espressione facciale rilassata e sorridente”, mentre le femmine “prestano attenzione alle attività utili collegate all’uso degli strumenti, e le imparano più velocemente”.

Le stesse differenze si ritrovano nei cuccioli dell’uomo. “La scoperta che nei piccoli di scimpanzé, come nei bambini, giocare con gli oggetti è un’attività praticata più dai maschi, può riflettere una storia evolutiva condivisa che risale indietro fino al nostro ultimo antenato in comune”, afferma Koops.