In Nuova Zelanda i suini vivi sono stati bloccati su un tavolo operatorio e colpiti alla testa con una pistola durante uno studio sui modelli degli schizzi del sangue.

pigsL’associazione internazionale People for the Ethical Treatment of Animals (PETA) ritiene che i ricercatori abbiano agito con crudeltà ed è stato chiesto loro di porre fine a questi esperimenti, lo riferisce Nelcuore.org.

La ricerca è stata portata avanti da un istituto di scienza e ricerca ambientale finanziato dal governo.

L’istituto si difende dicendo che i maiali sono stati sedati e trattati umanamente.

Secondo gli scienziati, il loro studio è importante per capire le morti umane dopo gli spari e potrebbe dare una mano nei casi penali.

PETA ha commentato che l’esperimento non è necessario, perché i maiali sono fondamentalmente diversi dagli esseri umani e migliori risultati potrebbero essere raggiunti utilizzando manichini o modelli al computer, lo riferisce Nelcuore.org.

“Questi esperimenti incredibilmente violenti sono del tutto indifendibili, data la loro crudeltà, inapplicabilità agli esseri umani e i metodi di ricerca senza l’uso di animali a disposizione da preferire”, ha detto Justin Goodman, il direttore americano delle ricerche di laboratorio per il gruppo animalista.