Simona Novi, presidente dell’Associazione volontari canile di Porta Portese (AVCPP), la onlus che gestisce le strutture competenti dal 1997 afferma che per loro, “i servizi agli animali e ai cittadini e la difesa dei posti di lavoro viene al primo posto.”

labradorQualche giorno fa AVCPP ha criticato la nuova gara bandita dall’assessorato all’Ambiente per la gestione dei canili comunali di Roma dicendo che potrebbe portare al licenziamento del 90% del personale.

Presidente della Commissione Ambiente Athos De Luca (PD) ha invece accusato AVCPP di una assurda campagna di disinformazione.

In una nota De Luca ha detto: “Trovo sbagliata questa campagna di disinformazione che si sta facendo ai danni di un’Amministrazione che per la prima volta rompe il sistema degli affidamenti diretti dati in proroga per quasi 15 anni e faccia un bando pubblico per la gestione dei canili comunali. Siamo i primi a fare un bando sui canili dal 2001. Fino a oggi sono stati prorogati affidamenti diretti e la sola AVCPP ha gestito più di 10 mila euro al giorno senza una procedura di gara”.

“Il comunicato stampa del consigliere De Luca – ha detto Novi – confonde le pere con le mele: noi non stiamo contestando le gare ma stiamo contestando gli importi che vengono messi a gara.”

Novi ha sottolineato che “la pianta organica per la gestione dei canili comunali di Roma non è stata decisa da chi i canili li gestisce ma dal Comune di Roma nel 2004.”

LEGGI ANCHE: Canili comunali, con la nuova gara 90% del personale a rischio licenziamento