Stato australiano del Victoria avrebbe un piano per uccidere degli esemplari di koala in cattiva salute e sterilizzare delle femmine per far fronte alla presenza massiccia di koala nella regione di Cape Otway.

Koala
Koala

In quella zona tanti animali stanno morendo di fame e stanno minacciando la sopravvivenza degli eucalipti.

Citando il Guardian, ANSA racconta che le autorità avrebbero intrapreso un programma che prevede l’eutanasia per gli esemplari in condizioni di salute precarie, non in grado di sopravvivere nella foresta, insieme alla sterilizzazione delle femmine catturate e allo spostamento di alcuni animali in altri luoghi. Il piano è contestato dalle associazioni animaliste.

Nel 1981 sono stati introdotti a Cape Otway 75 esemplari di Koala, e nel 2013 se ne contavano 8mila. Tra il 2013 e il 2014 le autorità avevano abbattuto in segreto 700 animali, ma senza risolvere l’emergenza.

Il sovrappopolamento sta causando la morte per fame di diversi koala. Gli eucalipti, di cui questi animali si nutrono in modo esclusivo, non riescono a sfamarli tutti, e gli alberi sono a rischio di sopravvivenza per l’eccessivo sfruttamento.

“Dovrebbe esserci meno un koala per ettaro, ma in alcuni posti troviamo dai 15 ai 20 koala su un solo albero”, ha spiegato al Guardian Jim O’Brien del dipartimento dell’Ambiente.

“Vogliamo tornare ad avere una foresta sana e una popolazione di koala sostenibile. Se non interveniamo, questi animali moriranno di una morte dolorosa”.