Due persone sono stati denunciati dall’Associazione Italiana Difesa Animali ed Ambiente (AIDAA) alla magistratura milanese per aver fatto incrociare decine di cani consanguinei.

cucciolo1Le due persone denunciate hanno un’attività di allevamento e vendita di Animali nella provincia di Milano.

AIDAA dice che hanno fatto incrociare i cani di piccola razza in particolare chiwuawua e pinscher consanguinei (molti dei quali provenienti dalle stesse cucciolate importate clandestinamente dai paesi dell’est Europa) con lo scopo di ottenere dei cani di razza toy sempre più piccoli che poi venivano rivenduti senza alcun pedegree ad amanti delle razze.

Trattandosi però di cani consaguinei molti di loro hanno dato segni di malattia già dai primi mesi e tantissimi sono morti nel corso dei primi tre-quattro anni di vita.

La segnalazione all’Associazione Italiana Difesa Animali ed Ambiente è arrivata proprio da persone che avevano comperato questi cani e che dopo alcuni mesi hanno riscontrato le malattie che hanno poi portato i cuccioli alla morte.

Da qui la decisione di denunciare i due dopo mesi di controlli incrociati. AIDAA aspetta nei prossimi giorni le decisioni della magistratura.