Harris Faulkner, celebre anchorwoman e autrice della Fox, ha citato in giudizio la Hasbro, gigante del giocattolo statunitense, per più di 5 milioni di dollari (4,5 milioni €) a causa di un criceto giocattolo che porta il suo nome e, lei sostiene, anche i suoi lineamenti.

Harris Faulkner

Gli avvocati della giornalista hanno querelato la Hasbro per l’appropriazione del suo nome (il giocattolo si chiama appunto “Harris Faulkner Hampster”) e per la “somiglianza fisica con il suo aspetto professionale tradizionale, in particolare il tono della sua carnagione, la forma dei suoi occhi, e il design del trucco degli occhi. ”

Nella querela si legge che la signora Faulkner, che è stata un’anchorwoman di Fox News per 10 anni, non ha mai dato il permesso al produttore di giocattoli di usare il suo nome o la sua immagine.

Sei volte vincitrice delle News Emmy, Faulkner trova il suo ritratto (o caricatura?) a guisa di criceto di plastica “umiliante e offensivo”. L’acclamata giornalista afferma nella querela contro l’azienda multi-miliardaria di aver “lavorato per decenni per stabilire e mantenere il suo marchio personale e la sua lodevole reputazione professionale. ” Il criceto giocattolo non l’aiuterebbe certo a tutelare la sua immagine.

La Hasbro ha introdotto il giocattolo nella popolare collezione “Littlest Pet Shop” nel 2014. Secondo il sito web di notizie di intrattenimento Deadline, gli avvocati di Faulkner già nel mese di gennaio avevano chiesto all’azienda di smettere di usare il prodotto, ma il giocattolo è rimasto disponibile sugli scaffali e on-line anche nel periodo estivo.

La querela, presentata lunedì 31 agosto, sostiene che la Hasbro si è “volontariamente e ingiustamente appropriata del nome unico e prezioso di Faulkner e della sua immagine distintiva per il proprio guadagno finanziario”.

La signora Faulkner ha inoltre detto che non voleva essere associata a un giocattolo che è un “pericolo di soffocamento che rischia di danneggiare i bambini piccoli”.