Vivere con un cane per nove anni e poi trovare una scusa per abbandonarlo come fosse un pacco che non serve più è una cosa molto triste. Ma è quello che è successo a Schyla, una Dalmata che viveva con la sua famiglia a Nocera.

SchylaLa famiglia di Schyla l’ha portato al canile fingendo di averlo salvato dalla strada. “L’abbiamo appena trovata che vagava in strada, ma non possiamo tenerla,” cosi ha detto la famiglia mentre scaricava Schyla al canile.

Ma lo sguardo del cane ha tradito la famiglia. Mentre accoglievano Schyla, i volontari hanno subito notato lo sguardo con cui il povero animale guardava quelle persone.

Le voci hanno subito iniziato a circolare e qualche giorno dopo, è arrivata la conferma: il cane era proprio di coloro che l’avevano scaricato. A riconoscerlo una coppia di collaboratori del rifugio.

Purtroppo senza il microchip, non è possibile ricorrere alla legge.

Chi vuole adottare Schyla può mandare un messaggio al 3476686666.