L’appello di Don Mazzi di non dare soldi alle associazioni che si occupano di animali è “un’offesa alla sensibilità e alla vita di coloro che si prendono cura degli animali e gli riconoscono un ruolo di vita familiare.” Lo afferma Ilaria Innocenti, Responsabile LAV Settore Cani e Gatti.

cane-LAVQualche giorno fa Don Mazzi ha detto: “Non spendete soldi per salvare cani e gatti, ma destinate denaro alle nostre strutture. Noi salviamo vite umane”.

La LAV invita Don Mazzi a riflettere bene su quello che afferma. “La sensibilità e la compassione nei confronti degli animali è in continuo aumento così come la consapevolezza che la loro sofferenza non è affatto diversa da quella umana – dice Innocenti – Piacere e dolore, soddisfazione delle necessità primarie e secondarie sono stati e necessità comuni a tutti gli esseri viventi e senzienti, nessuno escluso. L’amore per l’uomo non esclude affatto quello per gli animali e per la natura, perché l’amore e la vera compassione non sono mai fonte di separazione né di pregiudizi.”

Innocenti ricorda a Don Mazzi che “la violenza sugli animali, è molto spesso l’anticamera di quella sull’uomo. Combattere la prima e aiutare gli animali, pone le basi per prevenire la seconda.”