Mangiare carne di cane è un’usanza molto diffusa nei paesi Asiatici. Simon Kwok, vicepresidente della World Dog Alliance che ha visitato Corea del Sud per produrre il documentario “Eating happiness” (Mangiare la felicità) afferma che il 60 per cento della popolazione mangia la carne di cane.

Simon Kwok, vicepresidente della World Dog Alliance
Simon Kwok, vicepresidente della World Dog Alliance

“Gli uomini di mezza età sono coloro che ne consumano più frequentemente – afferma Kwok in un intervista a Nelcuore.org -Ma per fortuna le giovani generazioni sono più aperte, a loro i quattro zampe piacciono come animali da compagnia e si sta sviluppando una cultura degli animali domestici. Una speranza che le cose cambino per la Corea del Sud”.

Ma la situazione è peggiore in Vietnam, dove 80 per cento della popolazione mangia la carne di cane.

Secondo Kwok, le persone, soprattutto gli uomini, mangiano il cane “perché credono di diventare più forti.”

Parlando della Cina dove si è appena conclusa il “Festival di Yulin”, Kwok dice che “c’è maggiore speranza, perché la percentuale di mangiatori di cani è più bassa: il 20 per cento della popolazione, soprattutto in aree rurali. E poi ci sono molti attivisti locali che stanno lavorando insieme per lottare contro il consumo di carne di cane.”

Kwok è convinto che “il problema si possa risolvere solo vietando per legge il consumo della carne di cane”.

Per quanto riguarda la superstizione, ci sono delle differenze fra i diversi Paesi Asiatici.

“C’è la credenza, soprattutto fra gli uomini, secondo cui mangiare carne di cane possa aiutare a diventare più forti – spiega Kwok – Ma abbiamo scoperto una cosa interessante: ci sono differenze a seconda delle stagioni da Paese a Paese. In Cina, per esempio, credono che consumarla in inverno possa essere utile per riscaldarsi. Invece, in Corea del Sud, mangiano carne di cane in estate per rinfrescarsi. Le interpretazioni sono varie, per non parlare della medicina tradizionale. Ma noi vogliamo far capire a tutti che i cani sono davvero i migliori amici degli uomini, che sono amabili e con la loro presenza ci rendono felici”.

sad-dogKwok afferma che secondo le loro stime, ogni anno 30 milioni di cani vengono uccisi e mangiati in Asia. Almeno 70 per cento sono animali domestici rubati alle famiglie. “Questa è una situazione davvero terribile.”

Lunedi scorso Kwok era a Milano per la presentazione del trailer del film “Eating happiness”, un film choc sui cani mangiati in Asia.

L’evento è stato organizzato dall’on. Michela Vittoria Brambilla, presidente della Lega Italiana per la Difesa degli animali e dell’Ambiente (LEIDAA).

Kwok ha detto che è stato un vero onore organizzare con Brambilla la presentazione del film a Milano. “Lei ama davvero gli animali. Sappiamo che la sua associazione, la LEIDAA, è molto conosciuta in Italia. Siamo davvero orgogliosi di essere venuti in contatto con lei. Crediamo che ci possa aiutare molto su questi temi. Nel prossimo futuro, la partnership tra la World Dog Alliance e la Lega italiana per la difesa degli animali e dell’ambiente diventerà più forte”.