Sono stati segnalati e denunciati lo smarrimento di 146 cani e di 69 gatti nel corso del 2014, lo riferisce l’Associazione Italiana Difesa Animali e Ambiente (AIDAA).

randagio-cane1Qui non si tratta di gatti e cani scappati o rapiti, ma di persone che hanno dimenticato in treno, al parco e perfino dal parrucchiere e nell’area cani i propri amici pelosi.

In molti casi i proprietari hanno ritrovato gli animali sani e salvi grazie al microchip, ma per 34 cani e 8 gatti non c’è stato verso di ritrovarli.

Le situazioni più eclatanti sono quelle di cinque cani abbandonati in treno ma prontamente ritrovati grazie al personale ferroviario e della polizia ferroviaria che li hanno poi riconsegnati ai legittimi proprietari.

Ma i padroni più distratti sono quelli che hanno dimenticato i cani dal parrucchiere o al parco.

La maggioranza però “dimentica” il cane o il gatto in pensione al ritorno dalle ferie o dai viaggi. In 39 casi per i cani e 42 per i gatti i proprietari di pensione dopo aver tenuto per diversi mesi gli animali sono costretti ad adire le vie legali, sia per restituire il cane o il gatto (che spesso trova alla fine un nuovo padrone o finisce il rifugio) e per farsi pagare i mesi di pensione.

Le dimenticanze maggiori si sono verificate in Lombardia, Piemonte e Lazio, anche qui maglia nera a Roma con 17 cani “dimenticati” seguita da Milano con 14 casi e a sorpresa Perugia con 11 cani dimenticati dai padroni distratti.