L’Associazione Italiana Difesa Animali ed Ambiente (AIDAA) invita il questore di Latina a revocare l’ordinanza che vieta l’accesso alle spiagge ai bagnanti con i cani.

dogs-beachA Latina c’è un lido che sembra gestito direttamente dalla Polizia di Stato dove non sono ammessi in spiaggia i bagnanti con i cani al seguito.

Il lido è gestito da privati che non farebbero alcuna difficoltà ad ammettere i bagnanti accompagnati dai quattro zampe pelosi, ma la situazione viene tenuta in stand-by da una vecchia ordinanza della questura di Latina che vieta secondo quelle che erano le antiche leggi, l’accesso alla spiaggia ai cani.

AIDAA ha ricevuto diverse segnalazioni di persone che seppur con gentilezza si sono viste allontanare in maniera ferma dalla spiaggia perché avevano con loro cani anche di piccola taglia.

“Capisco che le ordinanze devono essere rispettate – dice Lorenzo Croce, Presidente Nazionale di AIDAA – ma mi permetto di invitare il questore di Latina ad una maggiore comprensione e di revocare l’ordinanza che vieta l’accesso alle spiagge ai bagnanti con i cani.”

Tale gesto, aggiunge Croce, “sarebbe un passo di grande civiltà, un esempio anche per altre situazioni simili presenti in molte località balneari italiane.”

“Ci aspettiamo – conclude Croce – un atto di buon senso, ammettere i cani al lido della polizia di Latina sarebbe un successo senza precedenti”.