L’Unione italiana dei ciechi e degli ipovedenti (Uici) denuncia che spesso non viene permesso ai non vedenti accompagnati dai cane guida di entrare nei ristoranti, prendere i taxi o di utilizzare mezzi di trasporto pubblico, nonostante l’esistenza di una legge.

Il cane guida per le persone cieche è un compagno e un aiuto essenziale per muoversi.

Adnkronos.com riferisce che il 16 ottobre si celebra la Giornata nazionale del cane guida per ciechi, istituita dall’Uici nel 2006.

cane-guidaSecondo l’articolo unico della legge 37 del 1974, aggiornata poi con la legge 60 del 2006, ‘Il cieco con il cane guida può entrare in tutti i luoghi aperti al pubblico’.

“Ogni rifiuto di questa nostra libertà – afferma il presidente nazionale dell’Uici, Mario Barbuto – costituisce una violazione dei nostri diritti umani basilari. A questi diritti non potremo mai rinunciare e sarà nostro dovere difenderli in ogni sede e con ogni mezzo”.

La Sezione provinciale di Roma dell’Uici organizza una passeggiata per le vie del centro di Roma, cui parteciperanno i soci accompagnati dai loro cani guida. Il percorso partirà alle 9 dalla sede dell’Uici di via Mentana 2 e si concluderà alle 11.30 in piazza del Campidoglio.