Canili, gattili e rifugi sono pieni di cuccioli di cani e gatti. L’Associazione Italiana Difesa Animali ed Ambiente (AIDAA) parla di allarme abbandono delle cucciolate di cani e gatti in tutta Italia.

Le punte maggiori si concentrano al centro sud Italia, ma il fenomeno è in aumento anche nelle regioni del Nord.

cucciolo-bulldogNei cento canili monitorati da AIDAA negli ultimi due mesi sono entrati 6.800 cuccioli di cane, mentre nei 20 rifugi per gatti monitorati sono entrati qualcosa come 800 piccoli gatti in alcuni casi appena nati.

Le regioni con il maggior numero di cucciolate abbandonate sia di gatti che di cani risulta essere la Puglia, seguita dalla Sicilia e dalla Campania.

In particolare una forte concentrazione si registra nelle provincie di Salerno, Barletta-Andria-Trani.

In forte aumento anche l’abbandono di cuccioli cani maremmani nella zona della maremma toscana e della provincia di Viterbo nel Lazio.

“Servono iniziative concrete per la sterilizzazione dei cani e dei gatti di colonia – dicono Lorenzo Croce e Antonella Brunetti della presidenza di AIDAA – in particolare occorre che i comuni stipulino convenzioni con le asl e le associazioni per interventi concreti e mirati sul territorio, ogni anno si ripete la stessa situazione e non è accettabile”.