I cittadini di Roma hanno acquistato un piccolo terreno privato su cui è edificata una minima parte del rifugio comunale Vitinia ex Poverello e lo hanno donato al Comune di Roma.

Rifugio-comunale-Vitinia“A detta dei funzionari comunali, il possesso di quel terreno era l’unico motivo ostativo alla riapertura dell’unico parco canile di Roma. Abbiamo superato anche questo. Ora chiediamo all’assessore Estella Marino di procedere speditamente alla riapertura della struttura comunale”, dice Simona Novi, presidente dell’Associazione Volontari Canile di Porta Portese la onlus romana cui i cittadini- che vogliono rimanere anonimi- hanno dato mandato di rappresentanza.

“La donazione sarà formalizzata nel momento in cui il Comune di Roma accetterà il terreno, accettazione ovviamente vincolata alla riapertura e al funzionamento del canile comunale. Ringraziamo la Commissione Ambiente e la Commissione Patrimonio del Comune di Roma per aver sostenuto il nostro progetto”, precisa Simona Novi. Così in un comunicato l’Avcpp.

Il rifugio comunale Vitinia ex Poverello è un parco canile dove non ci sono gabbie ma recinti di 30 mq perfettamente attrezzati, nel verde della Riserva Naturale del Litorale Romano di cui rappresenta una porta di accesso per visite guidate. Il canile è stato interamente ristrutturato a spese di Avcpp, che lo gestisce dal 2007.