I cani che erano prigionieri in un bunker interrato e lasciati a morire di fame cercano urgentemente una sistemazione.

I poveri animali erano rinchiusi al buio, in piccoli e fetidi box all’interno di un bunker interrato. Sono stati salvati dalle Guardie eco zoofile dell’OIPA di Teramo in località Floriano, nel comune di Campli (TE).

Enea, il fratello Stone e Francy, due rottweiler e una pittbull, sono stati liberati da una prigionia infernale a metà ottobre.

Gravemente denutriti, i tre cani erano stati ricoverati d’urgenza presso la Clinica Universitaria della Facoltà di Medicina Veterinaria di Piano D’Accio (TE).

A distanza di 15 giorni sono sensibilmente migliorati, stanno riacquistando progressivamente il loro peso forma e sono guariti dall’otite e dalla dermatite da cui erano affetti, tanto che la clinica universitaria ha dichiarato che possono finalmente essere dimessi.

Nonostante le ricerche e l’appello lanciato al momento del sequestro, le Guardie dell’OIPA di Teramo non hanno ancora trovato un privato o una struttura in grado di accoglierli in affido giudiziario.

Per questo lanciano un appello per trovare urgentemente una sistemazione ad Enea, Stone e Francy, che hanno tre anni e un carattere che fino ad oggi si è mostrato affettuoso e collaborativo.

Per informazioni: Francesca Fiorelli, Coordinatrice Guardie eco zoofile OIPA Teramo – Tel. 320 0668425; [email protected]; Monica Di Mascio, Vice-delegata OIPA di Teramo; Tel. 338 5005895; [email protected]