L’Associazione Italiana Difesa Animali Ed Ambiente (AIDAA) chiede al governo “un provvedimento che regolamenti una volta per tutte l’accesso alle spiagge libere dei bagnati con il cane al seguito.”

Retriever-Golden-DogL’organizzazione animalista ribadisce che diventa sempre più difficile portare i cani in spiaggia. “La situazione anziché migliorare peggiora di giorno in giorno e a combinare pasticci ci si mettono anche alcune associazioni animaliste o presunte tali che annunciano accordi inesistenti tra loro e i comuni per l’accesso alle spiagge libere con il proprio cane causando solo ulteriore confusione e facendo prendere multe alla gente che va in spiaggia con il proprio cane,” dice l’AIDAA.

L’unico dato positivo rispetto al mese di luglio dello scorso anno, afferma l’AIDAA, è la diminuzione del numero di multe segnalate a loro.

“Ciò non toglie che la situazione sia catastrofica. Ogni giorno riceviamo decine di richieste di consulenza in merito a cartelli di divieto di accesso ai cani in spiaggia spesso illegittimi che sorgono come funghi sulle spiagge italiane”, dice l’AIDAA.

Rispondendo ad un’associazione animalista che ritiene che l’accesso alle spiagge sia libero, l’AIDAA sottolinea: “Dire che si può portare il cane in spiaggia liberamente è dire bugie che spesso costano poi allontanamenti e multe agli ignari bagnanti che credono alle balle della rossa.”