L’uomo ritenuto responsabile della sparizione e morte di almeno una decina di gatti da Tuturano, una frazione di Brindisi sarebbe un settantenne del posto.

I gatti sia di proprietà che randagi, sarebbero stato catturati e poi uccisi e gettati nella spazzatura.

gatto-sguardoAlcune segnalazioni sono giunte alla sede brindisina di AIDAA ed in particolare alla propresidente Antonella Brunetti che si sta attivando per segnalare la questione alla polizia municipale al fine di avviare i controlli del territorio per incastrare e denunciare l’anziano killer dei gatti.

Secondo quanto dichiarato da alcuni testimoni, oltre a uccidere i gatti, l’uomo prenderebbe di mira anche i cani con lanci di oggetti contro i randagi che girano nella zona.

“Sono oramai una decina i gatti, sia randagi che padronali, sia cuccioli che adulti che mancano all’appello in questi giorni- dice Brunetti – e dalle testimonianze raccolte pare che il killer di questi gatti sia un uomo sulla settantina non ancora del tutto identificato.”

“Per questo – continua Brunetti- è importante che la popolazione locale si attivi per testimoniare qualora fosse a conoscenza di qualcosa e l’appello che faccio a tutti è anche quello di chiamare e filmare eventuali catture di gatti da parte di questo soggetto per poi inviarcele in modo da poterlo assicurare alla giustizia”.