L’OIPA di Ancona e il nucleo di vigilanza zoofila manifestano sgomento e rammarico per le affermazioni rese dal Sindaco del Comune di Ancona Valeria Mancinelli.

CinghialeNei giorni scorsi il Sindaco Mancinelli, durante la riunione per la campagna di ascolto del neopresidente della Regione, ha dichiarato senza mezzi termini che “Ammontano a diversi milioni di euro i danni causati dai cinghiali e ancora noi ci stiamo a chiedere cosa fare? Il lanciafiamme ecco cosa ci vuole, vanno sterminati. Anche se sicuramente ci saranno degli ambientalisti cretini che protesteranno non possiamo permetterci di non fare nulla”.

“Pur confidando in un uno sfogo poco accorto, non è tuttavia possibile accettare che chi ricopre la carica di sindaco pronunci frasi intrise di violenza che rappresentano a tutti gli effetti una istigazione a compiere un reato, ovvero l’uccisione di animale – afferma OIPA – Il problema dei cinghiali esiste, ma va risolto solo a seguito di uno studio professionale e mirato adottando metodi che siano rispettosi della flora e della fauna presente nel nostro territorio. Istigare alla violenza sugli animali come extrema ratio per arginare una situazione che è precipitata per una serie di concause tutte attribuibili alla superficialità e negligenza umana, significa avere una visione miope della questione e va nelle direzione opposta rispetto al sentimento comune sempre più orientato verso la tutela del mondo animale, sia d’affezione che selvatico.”

Al contempo l’OIPA si auspica che il termine “cretini” utilizzato dal Sindaco per descrivere gli ambientalisti sia stata una svista, anche alla luce della collaborazione esistente tra le associazioni, tra cui l’OIPA Ancona, e l’amministrazione comunale per la revisione del regolamento a tutela degli animali.