Circa 300 sono stati abbandonati a Torino tra giugno e agosto.

gatto-sorianoLastampa.it riferisce che i gatti sono stati scaricati nei cassonetti, per strada, o dentro a colonie feline nelle quali un micio domestico non è quasi mai in grado di ambientarsi.

“Siamo di fronte ad un’emergenza preoccupante – Marco Bravi, responsabile Enpa di Torino ha detto al lastampa.it – se da un lato diminuisce il numero dei cani abbandonati, dall’altro aumenta quello dei gatti, che hanno molte meno tutele”.

È più facile abbandonare i gatti perché il microchip non è obbligatorio per loro. Bravi ha spiegato che quest’anno è record di abbandoni gatti “Perché le adozioni sono poco consapevoli.”

“La gente – ha detto Bravi – pensa che i mici siano indipendenti e sappiano badare a se stessi, mentre hanno bisogno di cure ed attenzioni”.