A Roma è stata denunciata una donna che ha tagliato le ali di due pappagallini per usarli come attrazione al fine di ottenere l’elemosina.

pappagalliniLe Guardie Zoofile dell’OIPA del nucleo capitolino, con un blitz in via delle Muratte, crocevia per i turisti che si recano alla Fontana di Trevi, hanno sorpreso una donna che utilizzava i pappagallini ondulati per attirare il pubblico e raccogliere i soldi.

Una sorta di accattonaggio e spettacolino con gli animali, pratiche entrambe vietate dal regolamento comunale a tutela degli animali in vigore dal 2005.

Gli agenti zoofili dell’OIPA hanno proceduto a sanzionare la donna e hanno posto sotto sequestro i pappagalli.

pappagallini1La successiva visita veterinaria ha purtroppo confermato i sospetti dell’OIPA. Al fine di impedire loro la fuga, ai poveri pappagallini erano state tagliate le remiganti, ovvero le piume che consentono il volo.

Tale operazione se eseguita, come in questo caso da persone non qualificata, può essere una vera e propria amputazione.

Per questo motivo la donna sarà denunciata all’Autorità Giudiziaria per il reato previsto dall’articolo 544 ter – il maltrattamento di animali che prevede la reclusione da 3 a 18 mesi.