Hai comprato o ti è stato regalato un pappagallo ? Allora devi subito sapere alcune pratiche e fondamentali informazioni riguardo la sua alimentazione: non solo semi di girasole, ma anche frutta e verdura, per farlo stare in forma e con un eccellente piumaggio.

Il tuo pappagallo ha la necessità di variare il suo regime alimentare, quindi non bisogna credere che bastino semplicemente dei semi di girasole per nutrirlo, anzi , troppi chicchi possono elevare il tasso di colesterolo e danneggiare il fegato.

I pappagalli, se fossero liberi di scegliere, mangerebbero solo il girasole di cui sono ghiotti, ma è bene non abusare e preferire comunque la varietà chiara e di grandezza proporzionale alle dimensioni del nostro pennuto.

La frutta e la verdura non devono mancare mai nella sua alimentazione quotidiana, questi cibi naturali sono un autentico toccasana per le piume e gli apparati riproduttivi.

E’ opportuno selezionare frutta colorata e ortaggi verdi di stagione, poi, una volta lavati, li metteremo in un contenitore all’ interno della gabbia. Molto indicata è anche la banana, che fornisce l’apporto di potassio.

Un’ alimentazione equilibrata è fondamentale per combattere il formarsi dei vermi, e, in questo caso, è possibile sostituire i detossificanti chimici, preparando un pasticcio di riso poco cotto con aglio e cipolla.

Per un piccolo parrocchetto o piccoli pappagallini, in genere, può essere valido acquistare miscele commerciali che hanno già il mix giusto di girasole, sorgo e altre granaglie. Da non dimenticare di cambiare l’acqua da bere ogni giorno e verificare sempre che sia fresca.

Di tanto in tanto, si può anche prendere dei semi per colombi, lasciarli una giornata in acqua fredda e poi bollirli per 20 minuti, si otterrà un impasto gustoso.

Il Pappagallo può vivere dei momenti di stress, dovuti alla cova, alla muta o alla convalescenza da malattie, in questi periodi , è bene rinforzare la dieta con integratori minerali e vitaminici da diluire in acqua.

In una mangiatoia, è utile apporre dei sassolini molto sottili per favorire la digestione, si trovano facilmente in ogni negozio per animali, inoltre, se il nostro pappagallo si trova alle prese con l’allevamento dei piccoli, è opportuno sostenerlo con un piccolo impasto all’ uovo.

E’ bene sapere che gradisce molto i biscotti secchi, anche se è bene non superare i 2 biscotti a settimana. Ci sono anche degli alimenti che non vanno somministrati mai ai pappagalli in quanto molto nocivi: prezzemolo, cioccolato, semi di ciliegia o pesca.