canitv

Che cosa passa nella testa dei vostri amici quadrupedi, quando sostano davanti alla TV? Più che l’immagine, è il suono a catturare la loro attenzione.

SENZA TREGUA. Le modalità di fruizione sono diverse da quelle umane. I cani non rimangono fermi davanti alle immagini ma sono spettatori interattivi, che si avvicinano allo schermo per guardare meglio e fanno frequentemente la spola tra la TV e i padroni seduti sul divano.

COME VEDONO? La visione dei cani è dicromatica (e non tricromatica come quella umana). Percepiscono i colori nelle lunghezze d’onda del blu e del giallo, spettri predominanti nei programmi pensati apposta per Fido. Sono più sensibili al movimento ed è quindi probabile che le attuali immagini ad alta definizione, che hanno eliminato lo “sfarfallio”, siano più congeniali alla loro fruizione.

I LORO SOGGETTI PREFERITI? Diversi studi che hanno tracciato il movimento oculare canino hanno stabilito che i cani amano osservare scene che vedono protagonisti i loro simili. A patto che siano filmati brevi: diversamente dagli uomini, i cani hanno interazioni fulminee con la TV, a volte di durata inferiore ai 3 secondi.

LA SOSTANZA CONTA POCO. Non sappiamo se preferiscano un certo tipo di programmi, per il tipo di emozioni che questi suscitano. Messi davanti a tre schermi con contenuti diversi, i cani mostrano di non saper scegliere, e di preferire uno schermo soltanto, indipendentemente dall’immagine mostrata. Restando in tema di preferenze, quelle di Fido sono molto legate al carattere del cane, al suo vissuto e a quello che guarda il padrone: anche davanti alla TV, i nostri fedeli amici seguono i gesti umani, e posano gli occhi dove li posiamo noi.

 

fonte: Focus.it