lasagna
Perché hai adottato un cane sordo e cieco? Molte persone me lo chiedono ma non c’è una risposta precisa, ho seguito il mio istinto.

Ho visto per la prima volta la piccola Lasagna su un social network, una palla di pelo bianco con le orecchie dritte che si impegnava a superare degli ostacoli a fare degli scalini nonostante la sua disabilità, ho subito pensato fantastica, non ci ho pensato molto, mi sono buttata subito e ho chiesto informazioni per l’adozione.

L’incaricata del canile che mi ha risposto, mi ha fatto delle domande poi mi ha proposto di andare in canile a conoscere la piccola. Dopo alcuni incontri in canile, dove ho anche portato gli altri miei due cani per vedere che tipo di reazione avessero, l’istruttore che seguiva Lasagna, ha dato la sua approvazione per l’adozione. Era un martedì, il venerdì è arrivata a casa e da quel giorno la vita della mia famiglia e dei nostri conoscenti si è arricchita.

Sono tre anni che Lasy è con noi e posso dire che non c’è giorno che la guardo e mi dico che mi sta insegnando tantissimo, prima fra tutto il non mollare mai, l’essere felice nonostante tutto e godersi la vita, perché ci possono capitare cose brutte e la vita di tutti i giorni è stressante, ma vivere con la consapevolezza che comunque si può star bene nonostante tutto, può aiutare tanto. Adottare un cane può cambiarti la vita, adottare un cane disabile può farti capire che il tutto può essere niente e il niente tutto.