L’alimentazione è alla base della salute di ogni essere vivente e, ovviamente, anche di quella dell’amico criceto. Ma alcune volte, un piccolo “sgarro” alla dieta, ben controllato, rende migliore l’umore di pet e padrone.

Ecco i cibi adatti per gratificare un criceto!

 

Ricordare che un criceto ha la tendenza a  nascondere e immagazzinare il cibo all’interno delle sacche nelle guance; da qui nasce l’obbligo categorico di evitare cibi-premio appiccicosi e difficilmente rimovibili poiché potrebbero dare origine a gravi infezioni.

Il criceto predilige i semi, specialmente di qualità, e necessita di un’alimentazione abbastanza varia. Via libera quindi a semi di girasole, avena, grano, kamut, mais, sesamo, piselli secchi, fave e lenticchie.
I criceti apprezzano anche qualche verdura fresca: carote, sedano, pomodori, ravanelli o peperoni.
L’importante è che le verdure siano fresche e ben lavate, prive di pesticidi o altri additivi che potrebbero nuocere gravemente alla  salute.

Ma se veramente si desidera viziare l’animaletto, allora bisogna offrirgli di tanto in tanto dei pezzettini di frutta: mela, pera, arance ben mature e dolci, albicocche, prugne, uva, e banane. Proprio queste ultime, grazie all’alto tasso zuccherino, lo renderanno veramente felice.

Da escludere categoricamente biscotti, cioccolata o stecche con miele: non si tratta di attenzione alla linea, ma il motivo sono i devastanti effetti che questi alimenti potrebbero avere sulla salute dell’animale. Da evitare anche pasta o pane.