I pericoli che possono correre i criceti nelle nostre case sono davvero molti. Questi dolci animaletti sono molto delicati, sensibili e meritano di essere seguiti con attenzione. Di seguito alcune accortezze importanti da adottare per salvaguardare la salute del vostro piccolo animale domestico!

 

Per riscaldare la cuccia del criceto non utilizzate cotone comunemente in commercio, perché è molto pericoloso: i criceti, infatti, lo possono ingerire, andando incontro a soffocamento o addirittura a blocco intestinale. Potete invece usare tranquillamente il fieno, il cartone, lo scottex e la carta igienica.

 

Quando aprite la gabbia per lasciar fare al vostro animaletto una passeggiata, state molto attenti alle sostanze che potrebbe trovare in giro, come detersivi, detergenti di varia natura o tappeti pelosi. Abbiate cura di sollevare i cavi elettrici, poiché i criceti amano rosicchiare e i cavi costituiscono un pericolo mortale in questo senso. In giro non devono inoltre esserci piante tossiche (come ad esempio l’edera), scale, cani o gatti e piccoli pertugi in cui nascondersi.

 

Per quanto riguarda la gabbia, fate in modo che questa non presenti mini-finestrine, o piccoli fori, perché il criceto potrebbe rimanere incastrato; è sufficiente che abbia una porta d’ingresso di giuste dimensioni. E’ consigliato disporre la gabbia in luoghi dove non c’è un eccessivo passaggio. Da evitare le gabbie con grate sul fondo, perché il criceto potrebbe rovinarsi le zampette.

 

Per nutrire il vostro criceto dimenticate biscotti, dolcetti, drops al miele, cornflakes e simili, ricordando che questi graziosi animaletti si nutrono solo di semi, germogli, fieno frutta e verdure. Anche il cioccolato deve essere evitato, poiché velenoso per i roditori.

 

Tenere la gabbia al sole diretto è da evitare, poiché i criceti soffrono moltissimo i colpi di calore, ed è pure sconsigliato situarlo in luoghi dove ci sono correnti d’aria, infatti, i criceti sono molto sensibili alle correnti. Queste condizioni possono essere letali per i nostri amici roditori.
Ricordate che i criceti non vanno assolutamente lavati, sono di per sé animali molto puliti, lavarli significa esporli al rischio di raffreddore con gravi conseguenze per la salute.

 

Infine non utilizzate farmaci o antiparassitari di vostra iniziativa, a meno che non siano stati consigliati da un veterinario.