Curare in maniera corretta una tartaruga non è un’attività molto complessa, è richiesta comunque una cura attenta, sia che si tratti di una specie di terra, comunemente definite testuggini, o di una specie acquatica. Occorre prestare attenzione ad alcuni semplici accorgimenti, prima di ogni altra cosa, disporre di uno spazio adeguato e tranquillo per la vita dell’animale, quindi un giardino soleggiato o un grande acquario.

Trattandosi di un rettile molto sensibile, e che vive un lungo periodo di letargo durante l’anno, il primo fattore importante per ogni specie, sia di acqua che di terra, è sicuramente la temperatura dell’ambiente di vita e dell’acqua. L’Habitat deve avere una temperatura ne troppo bassa, ne troppo elevata, risulta ottimale una temperatura intorno ai 22/25 gradi, considerando per le testuggini il periodo di letargo invernale. E’ stato dimostrato come a temperature più fredde di 25 gradi, le tartarughe tendono a smettere di mangiare, con il caldo invece si possono presentare problemi di salute, conseguenza di un’eccessiva disidratazione.

Per le specie d’acqua è fondamentale mantenere costantemente pulito l’acquario, utilizzando un sistema di filtrazione o ripulendo almeno ogni 20 giorni l’acquario per evitare l’accumulo di materiale fecale. Per quanto concerne l’alimentazione, è importante utilizzare prodotti appositamente preparati per testuggini della vostra specie, vegetazione verde, verdure e frutta sono adatte alle specie di terra, piccoli pesci, crostacei e lombrichi sono adatti alle specie di mare. Nell’acquario, come nel recinto del giardino, è importante non far accumulare resti di cibo, che potrebbero attrarre batteri portatori di malattie. E’ corretto alimentare l’animale almeno 2 volte alla settimana.

E’ importante infine, conoscere l’inizio del periodo del letargo, che può variare di qualche settimana sia in base alle specie che alle condizioni climatiche. Quando vi accorgerete che la tartaruga smette di mangiare, sarà iniziato il letargo dell’animale. In genere l’inizio avviene nel mese di Ottobre e si conclude a Primavera inoltrata. Per quanto riguarda il luogo del letargo, le tartarughe lo scelgono da sole, è comune per testuggini che vivono in giardino con terra e ghiaia scegliere un rifugio scavato sotto alcuni centimetri dalla superficie. Non dovete pertanto spaventarvi se d’improvviso il vostro animale sparisce.