Quanto e cosa mangia una tartaruga d’acqua? È molto importante far seguire una giusta dieta alla propria tartaruga per curare la sua crescita e la sua salute.

I gamberetti disidratati, che in tanti offrono alle proprie testuggini, non sono assolutamente un pasto sufficiente dal punto di vista nutrizionale: la dieta deve prevedere una ricca varietà di cibi!

Sono una buona base gli alimenti liofilizzati (pellet), generalmente arricchiti con calcio. Una delle carenze diffuse nella dieta delle tartarughe d’acqua è quella delle vitamine: è molto importante compensare, nel corso della settimana, con frutta e verdura tagliata a piccoli pezzi, in particolare la mela, il radicchio rosso e i fichi d’india, sempre mondata dai nocciolini, altamente tossici; d’obbligo evitare la banana. Utilizzare anche qualche integratore di vitamine.

 

Quando sono piccole è importante che mangino anche piccole quantità di carne e/o pesce, ma senza eccessi, che potrebbero determinare reazioni aggressive. Negli esemplari adulti è possibile aumentare l’apporto di frutta e vegetali e, per chi ne ha la possibilità, introdurre nella dieta qualche animaletto vivo per dare modo al pet di dedicarsi alla caccia (lumachine, pesciolini, etc.). Sono reperibili in commercio alcuni integratori di elementi protettivi (fibre, proteine e grassi), molto utili per le tartarughe in età adulta.

 

Le tartarughe sono una specie abitudinaria e quindi è possibile incontrare difficoltà all’introduzione di nuovi cibi nella loro dieta. Occorre insistere, con pazienza per svezzare il per ad ogni nuovo nutriente. È per il mantenimento della sua muglior forma!