Tra i disturbi più diffusi che possono colpire l’iguana vi sono diarrea, tumefazioni, gonfiori, cambiamento di colore, tremori, parassiti, congiuntivite, lesioni, aumento di volume e manifestazioni cutanee anomale. A questo proposito ecco una lista delle malattie più comuni di questi bellissimi rettili, con sintomatologie e rimedi per intervenire tempestivamente.

Diarrea: può essere causata da un’alimentazione troppo ricca di verdura e frutta ricca d’acqua. Si consiglia l’utilizzo di cibi più secchi.

Colore bruno o nerastro: indice di temperatura troppo alta o troppo bassa. Può essere causato anche da un eccesso di raggi UV, o da intossicazioni. E’ fondamentale correggere i valori che causano questa situazione clinica.

Aumento di volume dell’addome: causato da un eccesso di cibi secchi o, in casi più gravi, da un numero troppo elevato di uova. Si consiglia di contattare un veterinario per un eventuale intervento chirurgico od un clistere.

Lesioni alle dita o alla coda: causate da un terrario non idoneo. Risulta fondamentale correggere gli aspetti inadatti del terrario.

Puntini mobili sulla pelle: sono causati da parassiti cutanei. Si consiglia di pulire il terrario ed usare Ivermectina (0,001%) ogni 14 giorni per 3 volte.

Sedimento biancastro sulla cute: è causato dagli acari. Consultare un veterinario.

Schiuma sulle narici: è chiara indicazione di malattie respiratorie. Usare antibiotici ed aerosol dietro prescrizione.

Tumefazioni al muso: indici di un trasporto non adeguato o di un terrario affollato. Contattare un veterinario per eventuali prescrizioni.

Sedimenti viscosi o disintegrazione del tessuto interno alla bocca: molti fattori causano questa situazione clinica. Si consiglia di contattare un veterinario.

Congiuntivite con lacrimazione: causata da esposizione a raggi UV o da mancanza di vitamine. Usare un collirio dietro prescrizione medica.

Tremori: sono causati da una mancanza di vitamina B. Si consiglia di rivedere la dieta aggiungendo la vitamina in questione.

Malattia osseo metabolica: ne sono indicazione l’aumento di volume degli arti, gonfiori e tremori. È importante consultare un veterinario.

Vermi nelle feci: consultare un medico per identificare la tipologia di parassiti.

Sangue nelle feci: controllare periodicamente le feci. Se la situazione persiste contattare un veterinario.