Le iguane sono rettili molto affascinanti: simili alle lucertole, ma molto più grandi e più lente nei movimenti, quando raggiungono l’età adulta si caratterizzano per la tipica cresta che portano sul dorso, più evidente nei maschi che nelle femmine.

È un rettile originario del Sudamerica e vive infatti nella fascia che si estende dal Messico meridionale fino al Brasile centrale, al Paraguay, Al Galapagos, alla Bolivia, ed ai Caraibi.

Sebbene l’iguana possa apparire agli occhi di molti come un animale preistorico e incapace di trasmettere emozioni (al contrario degli occhietti dolci di cani e gatti), è divenuto oggi, al contrario, un animale domestico a tutti gli effetti.

È possibile acquistare l’animale in negozi specializzati e si può ospitare in casa creando una teca apposita che riesca ad accoglierlo e ad assolvere tutte le sue necessità.

La giusta ubicazione? Il luogo ideale per accogliere un’iguana in casa è una teca di vetro piuttosto grande: dal momento che il rettile presenta una crescita molto rapida, deve perciò avere la possibilità di potersi muovere liberamente in uno spazio sufficientemente ampio, adeguato alle sue dimensioni.

 

Allevando una iguana bisogna ricordare che si tratta di un animale a sangue freddo, e che sarà necessario riprodurre le condizioni ambientali il più possibile simili a quelle originarie del suo habitat naturale, ovvero un ambiente caldo ed umido.

Per ottenere il calore indispensabile alla sua crescita, alla sua sopravvivenza ed alla giusta calcificazione delle sue ossa, è fondamentale installare una lampada a raggi UV-B nella sua teca e lasciarla accesa almeno 12 ore al giorno.

 

L’alimentazione? È un animale erbivoro, per cui l’amica a quattro zampe dovrà essere nutrita con l’80% di verdura cruda, il 15% di ortaggi ed il 5% di fiori e frutta. La sua dieta dovrà inoltre essere ricca e variata, per non causarle problemi di salute.

Nel menù tipico di un’iguana non deve mai mancare la lattuga, le verdure a foglia verde o rossa, da alternare a fiori di ibisco, fiori di zucca, fiori di dente di leone, oltre a mele e pere. È bene evitare di farle mangiare patate e foglie di pomodoro, in quanto non sono salutari per il suo benessere gastrointestinale.