Quando si ha un acquario capita spesso di inserire nuovi pesci e in questo casi è necessario acclimatizzare i pesci. Niente di particolarmente complicato come potrebbe sembrare, solo un po’ di pazienza e tutto andrà bene.
Acclimatizzare vuol dire evitare forti sbalzi sia della temperatura sia della composizione chimica, ph, dell’acqua in cui è tenuto il pesce prima della immissione in vasca e valori dell’ acqua
del nuovo acquario a per evitare traumi al pesce.

La prima cosa da fare è meditare sull’adozione di nuovi pesci, infatti, questi devono essere compatibili con quelli già presenti in acquario perché non tutte le razze hanno le stesse esigenze di temperatura e quindi potrebbero esserci dei problemi. Per questo piccolo problema basta scegliere la stessa razza dei pesci già presenti oppure chiedere al rivenditore quali sono le razze compatibili.
Seconda accortezza. Quando prendete i pesci dovete fare in modo che durante il trasporto non ci siano forti sbalzi di temperatura dell’acqua, questo può capitare soprattutto in inverno, un piccolo accorgimento è avvolgere il sacchetto o contenitore fornito dal venditore in carta da giornale, questo aiuterà a mantenere la temperatura.

Nel metterlo nella vasca agite in modo graduale e calcolate che l’operazione può durare anche un’ora. Aprite il sacchetto e mettete sopra una molletta, vanno bene anche quelle per mantenere il cibo, tipo i mollettoni per il sacchetto delle patatine, fatta questa operazione mettete il sacchetto nell’acquario, in questo modo c’è uno scambio di temperatura graduale tra il sacchetto e l’acqua della vasca. Dopo 10 minuti aprite il sacchetto e iniziate a far girare l’acqua, mescolandola con quella della vasca, in questo modo ci sarà un aggiustamento del ph e della temperatura tra le due acque e il pesce inizierà ad abituarsi lentamente alla nuova situazione. Infine dopo aver mescolato bene le due acque in modo lento e per una decina di minuti, potete liberare anche il vostro, o i vostri, nuovi pesciolini nell’acquario.
Possibilmente fate tutte queste operazioni tenendo spente le luci dell’acquario in questo modo per il pesce ci sarà un passaggio meno traumatico.