Il pesce rosso è la specie più diffusa tra la categoria di animali domestici. Si vendono ormai dappertutto, dai negozi di animali alle fiere, nei luna park vengono dati come premio per i più piccini e non.

Sembrano quasi un oggetto ornamentale ma in realtà hanno una propria struttura e una propria anatomia quasi sconosciuta. In particolare è molto difficile riconoscerne il sesso.

Ecco alcuni consigli pratici per riconoscere se il pesce rosso sia maschio oppure femmina.

Pesci-rossi

Tradizionalmente la differenza si basa su una questione di dimensioni, le femmine sono generalmente più grandi dei maschi e dunque rispetto alla struttura standard. Ma il riconoscimento non si appoggia solo su questo dato.

Bisogna aspettare almeno un anno per capirlo e cioè quando raggiungono la maturità riproduttiva. Allora si potrà capire con certezza se si tratta di un maschio o una femmina. Il maschio infatti, quando diventa maturo, sviluppa dei tubercoli chiamati tubercoli nuziali vicino alle pinne, altro non sono se non sporgenze di colore bianco che si sviluppano anche sulla testa. La femmina invece quando raggiunge la maturità ha la pancia gonfia per la presenza di uova. Inoltre un metodo molto approssimativo è quello di vedere le dimensioni della coda: se è lunga si tratta di una femmina, se è corta si tratta di un maschio.

E’ comunque complicato riconoscere il sesso del pesce rosso dal momento che esistono varie specie. Il modo più semplice è aspettare il periodo in cui le femmine sono fertili e i maschi raggiungono la maturità sessuale e questo periodo è la primavera. Questo si può capire anche dall’atteggiamento. I maschi infatti, in presenza delle femmine, spingono con la testa sulla pancia di queste per stimolare la fuoriuscita delle uova. Le femmine dunque appariranno molto più grandi rispetto ai maschi e molto più gonfie proprio per la presenza di uova. E’ assolutamente necessario che il pesce rosso venga mantenuto con delle condizioni ottimali. L’acqua deve essere a ventitre gradi per fare in modo che questi possano svilupparsi.