Sicuramente molti di noi tengono a casa possiedono un acquario con pesci rossi, che sono animaletti graziosi e decorativi, simpatici da osservare e adorati dai bambini. Ma se vogliamo che i nostri pesciolini crescano bene e si mantengano in buona salute è molto importante la cura dell’alimentazione.

Per il benessere del nostro pesce rosso basta seguire alcune regole. Innanzitutto il pesce rosso è onnivoro, quindi l’ideale sarebbe una dieta variegata, con il giusto apporto di proteine, grassi e carboidrati, composta anche di piccoli animali vivi, ma per facilitare il nostro compito possiamo somministrargli i mangimi già pronti, presenti in commercio nei barattolini, magari cercando di alternare quelli granulari con quelli a scaglie.
Oltre alla scelta dell‘alimentazione corretta, è importante la quantità di cibo da dare al nostro pesce rosso. L’ideale è dargli da mangiare poco e spesso, quindi due o tre volte al giorno e in piccole quantità, regolandoci in base al tempo che ci impiega per finire il pasto. Se la quantità è giusta il pesciolino dovrebbe esaurirla in circa due minuti, altrimenti significa che è eccessiva e quella che avanza finirà per posarsi sul fondo dell’acquario sporcando l’acqua. Sarebbe bene anche somministrare sempre la stessa dose, magari con l’aiuto degli appositi misurini che si trovano in alcune confezioni di mangime.

Un’altra cosa da considerare è che il pesce rosso è per natura molto abitudinario, quindi bisogna mantenere una certa regolarità non solo nella quantità di cibo, ma anche negli orari in cui viene somministrato. E’ consigliabile concentrare i due o tre pasti nelle prime ore della giornata e comunque non di sera, quando il metabolismo è rallentato, in quanto l’apparato digerente del pesce rosso è particolarmente delicato ed un’indigestione può causargli problemi anche gravi.

Infatti i pesci rossi, pur sembrando molto voraci perché non avvertono il senso di sazietà, hanno come punto debole proprio la digestione, perciò è di fondamentale importanza mantenere le dosi abituali, inoltre sarebbe utile una volta a settimana farli digiunare per un giorno intero, in modo che l’intestino possa ripulirsi.