Il cambio dell’acqua è una condizione essenziale per la salvaguardia della salute dei nostri pesci. Si tratta di un’operazione da svolgere con attenzione poichè se fatta scorrettamente può compromettere la vita degli stessi pesci.

Prima di procedere, è opportuno analizzare la situazione perchè un cambio d’acqua improvviso stravolge la composizione dell’acqua e potrebbe essere potenzialmente letale per i pesci. Se non avete mai effettuato cambi d’acqua è opportuno evitare di procedere con un cambiamento troppo voluminoso. In questo caso vi consigliamo quindi di iniziare con un ricambio di meno del 5% del volume complessivo di acqua. Ogni cambio va effettuato settimanalmente, continuando con questa abitudine per mesi, aumentando di volta in volta il quantitativo di acqua da cambiare.
In questo modo i pesci avranno il tempo di abituarsi alla nuova chimica delle acque, senza riportare danni e vivendo più a lungo.

I possessori di una comune vaschetta per i pesci dovranno invece fare particolare attenzione alle condizioni in cui si verifica il cambio dell’acqua.

Per prima cosa munitevi di un contenitore in cui trasferire i pesci durante la pulizia della vaschetta. Abbiate cura di riempirlo con acqua a temperatura ambiente e priva di cloro, altrimenti i pesci potrebbero soffrirne.

Trasferiteli con un’apposita retina all’interno del contenitore (prendeteli singolarmente, con molta cautela) e procedete con la pulizia della vaschetta. Gettate l’acqua sporca e, con l’aiuto di una spugna, pulite con cura il contenitore. Terminata l’operazione, riempite nuovamente la vaschetta con acqua a temperatura ambiente e versatevi delicatamente i pesciolini.

Agendo in questo modo, si eviterà ai pesci di dover subire uno shock termico potenzialmente fatale.

L’acqua va cambiata ogni giorno, al massimo ogni due. Bocce e vaschette per pesci sono infatti ben diverse dagli acquari e l’acqua in esse contenuta non viene continuamente ossigenata.

Tuttavia, anche per i piccoli pesci rossi sarebbe opportuno munirsi di un acquario. L’acqua del rubinetto contiene infatti troppo cloro ed altri metalli pesanti nocivi per gli animali. Sarebbe quindi opportuno trattarla con un biocondizionatore prima di immetterla nella vasca dei pesci. I cambi di acqua totali inoltre rappresentano un notevole stress per i pesci, motivo per il quale è vivamente consigliato l’acquisto di un ambiente adatto per i vostri animali.