Chi non ha mai desiderato avere un acquario in casa? Ce ne sono di svariati tipi e tantissime sono le specie di pesci. Ma, l’acquario deve essere curato, per il benessere degli esseri viventi al suo interno e una cosa assolutamente da fare è eliminare le eventuali alghe infestanti.

 

L’occorrente necessario per evitare la proliferazione delle alghe nell’acquario è costituito da:
– filtri per acquario;
– prodotto antialghe;
– pesci fitofagi o lumache o gamberetti.

Ci sono diversi tipi di alghe, quindi bisognerebbe prima individuare con quale varietà sono presenti, in modo tale da personalizzare il metodo per combatterle.

Tuttavia, ci sono degli accorgimenti da usare, per evitare questo problema.

Innanzitutto è necessario trovare all’acquario una posizione, non esposta al sole diretto, e fare attenzione che il tipo di neon utilizzato al suo interno, sia corretto.
Inoltre, è molto importante effettuare spesso una manutenzione generale con particolare attenzione ai filtri.

Anche i residui di cibo e altre sostanze organiche vanno ad alimentare le alghe, che sono a tutti gli effetti delle piante. Quindi bisogna ridurre la loro presenza, mettendo solo il cibo che i pesci riescono a consumare. Oppure aggiungere altre piante acquatiche, all’interno della vasca, in modo da alimentare loro invece delle alghe.

Ovviamente l’eccessivo numero di pesci in un acquario, fa sì che tutto il materiale organico non venga filtrato del tutto. Bisogna adattare il numero dei pesci, alla grandezza della vasca.

Per prevenire la formazione delle alghe, in maniera naturale, è possibile introdurre nell’acquario dei pesci fitofagi o delle lumache pulitrici, che si nutrono delle alghe come Otocinclus affinis, Ancistrus, Plecostomus, o Crossocheilus siamensis.

 

Se anche con tutti questi accorgimenti, la proliferazione algale è comunque eccessiva, si può utilizzare un buon alghicida per acquari, possibilmente non chimico, che è acquistabile in qualsiasi negozio di acquariologia.

Il modo migliore per prevenire la comparsa di alghe è comunque la prevenzione, quindi effettuare una costante manutenzione generale è sempre il modo migliore.