Se il più delle volte un malestro combinato da un gatto finisce solo con qualche soprammobile rotto e un grande spavento per il micio, ci sono anche grandi insidie che si nascondono all’interno dei nostri appartamenti. Vediamo come evitare pericoli inutili per il nostro amico.

Chiunque sia il felice proprietario di un micio, sa bene che i gatti (soprattutto quando sono ancora piccoli) hanno la tendenza a giocare con tutto ciò che capita loro a tiro. In un ambiente domestico rischiano però di farsi male. Ma ci sono alcuni accorgimenti che si possono prendere all’interno della nostra casa, per evitare che questo accada.
Alcuni sono simili agli accorgimenti che si terrebbero in presenza di un bambino piccolo: tenere chiusi gli armadietti di medicinali e detersivi, in quanto il gatto potrebbe rovesciarli e ingerirli (un’attenzione particolare deve essere prestata alla candeggina: ha un odore che attira i gatti, ma che potrebbe avvelenarli). Un’attenzione particolare va prestata in cucina: è necessario abituare il gatto fin da piccolo a non salire sul piano cottura, per evitare che possa bruciarsi o rovesciarsi addosso pentole e tegami.
Attenzione anche al bagno: mai lasciare la vasca piena d’acqua. Se il gatto ci cascasse dentro, rischierebbe infatti di non riuscire ad uscirne a causa delle pareti scivolose della vasca stessa. Per la stessa ragione, si raccomanda di tenere sempre chiuso il water (specialmente in presenza di gattini).
Un altro pericolo è rappresentato dalla lavatrice: se si lascia lo sportello aperto, è bene controllare sempre all’interno prima di avviarla; così come si dovrebbe fare con il cesto della biancheria: a volte i gatti cercano luighi caldi e riparati come quelli per schiacciare un pisolino. Molte volte, all’interno delle case e degli appartamenti, si trovano delle piante da interni: a volte, queste attirano l’attenzione dei mici, che scavano nei vasi e mordono le foglie. È necessario quindi prestare molta attenzione al tipo di pianta che scegliamo per la nostra casa, evitando le specie che possono essere tossiche per i gatti. Quindi, niente tulipani, vischio, agrifoglio, azalee, rododendri e ciclamini.