Condividere le foto dei nostri animali domestici sui social network può fornire al pubblico molte informazioni non solo sull’animale ma soprattutto su di noi e dove viviamo.

Quelle foto possono anche pubblicizzare gli ambienti e le persone che frequentiamo.

I-know-where-your-cat-livesLe persone spesso non si pongono problemi quando condividono le foto dei loro animali domestici, soprattutto quando pubblicano le foto degli animali da soli.

Non bisogna dimenticare che ogni foto che si pubblica sui social network può fornire al web informazioni personali troppo approfondite.

Secondo Petpassion.tv, ogni foto che si condivide sui social network contiene dei metadati, ossia delle informazioni molto approfondite sulla data, il luogo e lo strumento usato per scattare la foto. Questo vale anche per le foto dei nostri animali domestici. E non si deve dimenticare che lo sfondo delle foto forniscono ulteriori informazioni.

gatti“Nella gran parte dei casi infatti le foto ai nostri amici a quattro zampe vengono scattate in casa – scrive Petpassion.tv – e condividendole rischiamo di mettere in bella mostra i nostri oggetti preziosi, ma anche fornire la mappa della casa.”

Owen Mundy, un docente dell’Università della California ha fatto uno studio molto interessante intitolato “I know where your cat lives” (So dove vive il tuo gatto).

È riuscito a creare un sito con le foto sui social network taggati #cat (gatto). Usando un super computer, Mundy è riuscito a mappare dove un milione di gatti vivono in tutto il mondo.

Che cosa si può fare per proteggere la propria privacy? Secondo Petpassion.tv, ci sono tanti programmi in rete che si possono usare per eliminare i metadati nascosti nelle foto che condividiamo.