Negli ultimi anni è aumentato il numero dei gatti che trascorrono la propria vita tra le mura domestiche per evitare che possano incorrere in incidenti automobilistici.

Purtroppo non tutti i proprietari sono consapevoli che anche la sicurezza della propria casa nasconde delle insidie.

Molte comuni piante d’appartamento ornamentali risultano essere tossiche per i gatti e l’ingestione (anche in piccole quantità) può causare seri disturbi o la morte dell’animale.

Tra le piante più pericolose figurano l’azalea, il rododendro, l’oleandro, i semi di ricino, il ciclamino, il tasso ed il lauroceraso. Fino a poco tempo fa anche la stella di Natale figurava sul libro nero delle piante velenose mentre in realtà difficilmente provoca la morte, così come il comune abete addobbato durante le feste. Quest’ultimo contiene oli irritanti, mentre gli aghi possono causare ostruzioni intestinali a causa della loro difficile digeribilità.

Particolare attenzione va fatta anche con gigli, marijuana, palme ornamentali (cycas revoluta), kalanchoe, mughetto, crisantemi, edera e bulbi di tulipano. Le sostanze contenute in queste piante possono causare seri disturbi quali coma, convulsioni, vomito (anche emorragico), depressione nonchè danni agli organi interni.

I sintomi dell’intossicazione comprendono starnuti, tosse, soffocamento, ulcere fino al vomito, collasso, convulsioni, irrigidimento degli arti ed emorragie. E’ bene ricordare che gli effetti collaterali possono essere più o meno marcati a seconda del quantitativo ingerito e della stazza dell’animale. In particolare i cuccioli sono maggiormente esposti al rischio di ingestione e conseguente intossicazione poichè la loro innata curiosità li porta ad indagare e fiutare ogni nuovo oggetto introdotto tra le mura domestiche.

Per evitare di trovarsi in spiacevoli situazioni si consiglia di collocare le piante il più lontano possibile dal raggio d’azione del gatto e di consultare immediatamente un veterinario in caso di ingestione, evitando di somministrare latte all’animale in quanto può facilitare l’assorbimento delle sostanze tossiche. Ricordatevi che un intervento tempestivo può salvare la vita del vostro amico.