gattofin

La Finlandia è la patria dei gatti, non solo perché il simpatico felino è l’animale domestico più diffuso nella nazione, ma anche poiché dallo studio di questi animali è stato possibile identificare quali siano i problemi di salute più frequenti. Sono questi i risultati di un progetto condotto dal professore Hannes Lohi, per uno studio voluto dall’Università di Helsinki e dal Folkhälsan Research Centre. Un incredibile aiuto pare sia giunto anche dall’analisi dei social network.

In Finlandia l’animale domestico più diffuso è il gatto: una condizione, quest’ultima, che ha reso la nazione il luogo perfetto per analizzare le condizioni di salute dei meticci. In totale, sarebbero 220 le problematiche che affliggono i gatti domestici, raccolte su un campione rappresentativo di 8.000 felini: molte di queste patologie passano però inosservate, perché i gatti sono portati a nascondere i loro malesseri.

Così come accennato in apertura, particolarmente importante è stato il ruolo dei social network per lo studio, per raccogliere dati e informazioni difficili da registrare su larga scala. Così ha spiegato Katariina Vapalahti, una delle autrici dello studio: “Vi sono molte meno informazioni sulle patologie feline rispetto a quelle dei cani. Abbiamo usato i social media per raccogliere i nostri dati e lo studio ha enormemente beneficiato dall’attiva partecipazione degli appassionati di gatti. Gran parte dei nostri dati sono stati raccolti in soli sei mesi. Il nostro materiale di ricerca è unico nella struttura e nello scopo ed evidenza delle importanti patologie genetiche specifiche per razza, che apriranno a ulteriori studi”.