Secondo recenti ricerche condotte dall’Accademia Cinese delle Scienze le origini del gatto, inteso come animale domestico, risalirebbero a circa 5.300 anni fa.

Fino ad oggi non erano mai stati rinvenuti fossili che abbiano documentato in modo chiaro il legame tra l’uomo e il gatto, e l’entrata del felino nelle abitazioni come animale domestico. Si era ritenuto sino ad ora che le origini del gatto risalissero all‘Antico Egitto. Ma da recenti ricerche sono stati rinvenuti in una tomba nell’isola di Cipro dei resti di un gatto selvatico seppellito accanto ad un uomo: secondo i ricercatori, la tomba risale a circa 10.000 anni fa.

Come anticipato, una recente ricerca finanziata dall’Accademia Cinese delle Scienze guidata da Yaowu Hu, ha portato alla luce diverse ossa di gatto, analizzate poi da una equipe di esperti. I risultati della ricerca, sono stati pubblicati sulla rivista Pnas, dell’Accademia delle Scienze Americana. Secondo quanto riportato dall’articolo, dalle analisi effettuate sui campioni di ossa ritrovate è emerso che ai felini veniva somministrato del miglio, che veniva coltivato dai contadini del villaggio. I frammenti di ossa feline, sono stati rinvenuti vicino ad un villaggio della provincia Shaanxi.

La teoria più accreditata sull’addomesticamento del gatto, è quella sostenuta dalla ricercatrice Fiona Marshall, della Washington University di San Louis. Secondo la Marshall, i gatti selvatici si sono avvicinati ai villaggi dei contadini a causa della presenza dei topi. Nei villaggi infatti, erano presenti molti granai, dove veniva immagazzinato il grano raccolto dai contadini, ed i roditori venivano attratti dal grano, e a loro volta attraevano i gatti.

Dunque la presenza dei gatti nelle abitazioni era motivata dalla caccia ai roditori. Fu così che l’uomo cominciò ad addomesticare i gatti: in cambio della cattura dei topi, il gatto riceveva da mangiare ed un posto dove dormire.

Resta ancora da chiarire come questi felini siano arrivati in Cina: potrebbero essere arrivati dall’Antico Egitto o essersi incrociati con qualche specie di gatto selvatico cinese.