Al giorno d’oggi comprendere ed esprimersi in inglese, rappresenta uno strumento imprescindibile per molte persone. I metodi per imparare o migliorare la lingua della Regina sono molti ed ora, un aiuto sembra arrivare da un nostro caro amico a quattro zampe. Il gatto.

Spesso, quando ci imbattiamo in inutili battaglie per migliorare o addirittura imparare da capo a piede l’inglese, rischiamo di fare il classico buco nell’acqua, vanificando gli sforzi sino a lì ottenuti e gettanto al vento ore di lavoro.
La causa principale di tutto questo, stà nel metodo, troppo noiso o inutile, che si è scelto per imparare ad esprimersi in questa meravigliosa lingua.
L’originalità delle lezioni è sicuramente la chiave di volta per una veloce comprensione dei concetti grammaticali, specialmente se gli alunni sono bambini molto piccoli.
Il protagonista del video, che impazza su youtube, dove si vede un padre che insegna alcune parole di inglese e spagnolo al suo bimbo, sembra avere trovato un metodo piuttosto interessante da sperimentare.
Anche se per molte persone il felino per eccellenza sembra essere piuttosto freddo ed insensibile, molti si ricrederanno una volta visto il video in questione.
Il visonario padre, ripedendo una semplice frase: “il gatto fà…” prima in spagnolo e poi inglese, riceve una pronta risposta dal suo amico a quattro zampe, che con un laconico “miao”, dimostra d’essere capace ed intelligente, ed allo stesso tempo aiuta il bimbo, ancora in fasce, ad intuire le parole espresse dal padre.
Sicuramente la metodologia riportata nel paragrafo precedente, risulterà utile per l’apprendimento di tutti gli idiomi, sempre se si rimane nel contesto della classica frase: “il gatto fa…”.
Anche se non in carne ed ossa, è possibile chiedere aiuto ad un altro gatto, che grazie al lavoro di Loïc MÉHÉE e Stéphane HUSAR, aiuta i più piccoli a recepire le basi grammaticali dell’inglese, in un contesto vivace e stimolante.
In questa interessantissima collana, oltre alla presenza del nostro amico Cat, fà la sua comparsa anche il nemico per eccellenza del gatto, il tenero Mouse.
Cat e Mouse accompagneranno i più piccoli, in maniera divertente e costruttiva, in un viaggio tra verbi, pronomi ed articoli.